Agency

Elementi forniti dall'Europa

75 views 6 likes
ESA / Space in Member States / Italy

A seguito della fornitura dei due Nodi dell'ESA, la NASA ha lanciato in orbita il laboratorio europeo Columbus, trasportato nel febbraio 2008 con la missione STS-122 dello Shuttle assieme agli astronauti dell’ESA Leopold Eyharts (Francia) e Hans Schlegel (Germania) e da due anni offre a scienziati di tutta Europa l'opportunità di lavorare alla frontiera della ricerca in microgravità.

Nel laboratorio europeo, i ricercatori con base a terra – talvolta con un piccolo aiuto da parte dell'equipaggio della ISS – sono in grado di condurre centinaia di esperimenti di scienza della vita, scienza dei materiali, fisica dei fluidi e moltissime altre discipline, tutti in assenza di peso.

L'ATV è stato il veicolo spaziale più complesso mai sviluppato in Europa e il suo ruolo fondamentale per supportare su base regolare le operazioni a bordo della Stazione Spaziale.

L'ATV dell'ESA era un veicolo per il trasporto di materiale privo di equipaggio. Completamente automatizzato, ha rifornito regolarmente la ISS di propellente, cibo e altri generi di necessità. Sebbene l'ATV non fosse abilitato al trasporto di personale, gli astronauti avevano accesso alla sua stiva e ai suoi sistemi durante i sei mesi di attracco alla ISS.

L’8 febbraio 2010 lo Space Shuttle ha portato in orbita la Cupola, un altro elemento realizzato in Europa sotto la guida industriale italiana e finanziato dall'ESA, che ha funzione di controllo e osservazione e che è collegato al Nodo 3. Oltre a contenere postazioni di comando e controllo e altre attrezzature, la Cupola fornisce all'equipaggio della ISS un punto di vista panoramico per la guida delle operazioni esterne alla Stazione Spaziale e per l'osservazione della Terra.

Quasi la metà delle missioni di assemblaggio hanno trasportato attrezzature di bordo e componenti di fattura europea. Se a questo si aggiungono i contenitori cargo MPLM (Multipurpose Logistic Modules - Moduli Logistici Pressurizzati Multifunzionali), costruiti in Italia a seguito di un accordo bilaterale tra l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) e la NASA, e tutti gli ATV, è facile concludere che l'Europa ha costruito e fornito la maggior parte dell'ambiente lavorativo pressurizzato della ISS.

Oltre alle dotazioni di bordo della ISS, l'ESA ha sviluppato anche un importante segmento di terra con vari centri di controllo e di supporto per gli utenti della Stazione (USOC – User Support Operation Centres), attraverso i quali il personale dell'industria e dell'ESA gestisce l'utilizzo e conduce le operazioni a bordo del Columbus e, in passato, dell'ATV