Agency

Immagine EO della Settimana: Lago Tai, Cina

18/11/2019 64 views 2 likes
ESA / Space in Member States / Italy

La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sopra al lago Tai, il terzo lago di acqua dolce più grande della Cina. Il lago, noto anche come lago Taihu, si trova nella provincia di Jiangsu ed è lungo circa 70 km e largo 60 km, con una profondità media dell'acqua  di circa 2 metri. Il lago riversa le sue acque attraverso i fiumi Wusong, Liu, Huangpu e numerosi altri.

Il bacino del Tai è una regione molto sviluppata della Cina ed include le megalopoli di Suzhou, visibile ad est del lago, di Wuxi, visibile a nord del lago, e la vicina Shanghai. Nel corso degli ultimi decenni la rapida urbanizzazione, la crescita della popolazione e le eccessive attività di allevamento ittico hanno portato al fenomeno della eutrofizzazione – che si verifica quando il lago si arricchisce di minerali e nutrienti.

L'incremento dei nutrienti deteriora la qualità dell'acqua del lago, causando la formazione di fioriture di alghe tossiche sulla superficie del lago – minacciandone la qualità per milioni di persone che dipendono dal lago come fonte di acqua potabile.

Nel 2007 la fioritura di alghe è stata così grave che tale insorgenza fu dichiarata emergenza sanitaria. La fornitura di acqua a Wuxi fu sospesa, lasciando due milioni di residenti senza acqua potabile per diverse settimane.

In questa immagine, acquisita il 24 maggio 2019, le acque infestate dalle alghe sono chiaramente visibili.

La fioritura di alghe nel lago è stata registrata sin dagli anni '80. Molti tentativi sono stati fatti per il recupero della qualità dell'acqua del lago, inclusi la rimozione delle alghe, la chiusura di impianti chimici e di produzione vicino Tai, e l'adozione di norme più severe per il trattamento delle acque.

Nonostante ciò, il lago rimane fortemente inquinato. Agricoltura, liquami e attività di produzione incidono ancora sulle acque del lago - sovraccaricandole dei loro nutrienti.

Sentinel-2 è una missione a due satelliti per fornire la copertura e la distribuzione di dati necessari al programma europeo Copernicus. L'elevata frequenza di passaggio sopra la stessa area ed una alta risoluzione spaziale consentono di monitorare attentamente i cambiamenti dei bacini idrici interni.

Questa immagine fa parte del programma video Earth from Space.

In collaborazione con Rivista Geomedia.

Related Links

Related Links