Play
$video.data_map.short_description.content
Agency

Lanciato Aeolus, il satellite ESA per lo studio dei venti

23/08/2018 928 views 10 likes
ESA / Space in Member States / Italy

Il satellite Aeolus della famiglia degli Earth Explorer dell'ESA è stato lanciato in orbita polare a bordo di un lanciatore Vega. Utilizzando una rivoluzionaria tecnologia laser, Aeolus misurerà i venti intorno al pianeta e ricoprirà un ruolo chiave nella ricerca per meglio comprendere come funziona la nostra atmosfera. Soprattutto, questa nuova missione migliorerà anche le previsioni del tempo.

Il lanciatore Vega, con a bordo il satellite Aeolus del peso di 1.360 kg, è partito dalla base europea di lancio di Kourou, nella Guyana francese, alle 23:20 ora italiana (21:20 GMT, 18:20 ora locale di Kourou) del 22 agosto. Circa 55 minuti più tardi, lo stadio superiore del Vega ha rilasciato Aeolus in orbita che ha stabilito il contatto attraverso la stazione di tracciamento a terra di Troll, in Antartide, alle 00:30 del 23 agosto.

Play
$video.data_map.short_description.content

Prendendo il nome da Eolo, che nella mitologia greca fu nominato dagli Dei 'custode dei venti', questa nuova missione è la quinta nella famiglia degli Earth Explorer dell'ESA, che si rivolge alla questioni più urgenti dei nostri tempi in materia di scienza della Terra.

"Aeolus riassume l'essenza di un Earth Explorer. Riempirà il vuoto nella nostra conoscenza di come funziona il pianeta e dimostrerà come tecnologie all'avanguardia possano essere utilizzate nello spazio" ha detto il Direttore Generale dell'ESA Jan Wörner.

Il Direttore ESA dei Programmi di Osservazione della Terra, Josef Aschbacher, ha aggiunto "Aeolus ha a bordo il primo strumento di questo tipo ed utilizza un approccio completamente nuovo per la misurazione del vento dallo spazio".

"Una tecnologia così pioneristica ha significato una missione impegnativa da sviluppare, ma grazie a tutte le squadre coinvolte siamo emozionati che questo straordinario satellite sia ora in orbita. Ci auguriamo che risponda alle aspettative!”

Evidenziata dall'Organizzazione Meteorologica Mondiale, la mancanza di misurazioni dirette dei venti globali è una delle maggiori carenze del Sistema di Osservazione Globale.

Colmando questo vuoto, Aeolus darà agli scienziati l'informazione di cui necessitano per comprendere come vento, pressione, temperatura ed umidità siano collegati tra loro.

Questa nuova missione fornirà dettagli su come il vento influenza lo scambio di calore e di umidità tra la superficie della Terra e l'atmosfera – aspetti importanti per comprendere il cambiamento climatico.

Aeolus ha a bordo uno degli strumenti più sofisticati mai messi in orbita. Il primo nel suo genere, lo strumento Aladin include una rivoluzionaria tecnologia laser per generare pulsazioni di luce ultravioletta che sono inviate nell'atmosfera per mettere in evidenza i venti globali – un approccio totalmente nuovo nella misurazione del vento dallo spazio.

Mentre Aeolus è progettato per far progredire la scienza, esso porterà benefici anche alla società.

Nonostante le previsioni del tempo abbiamo fatto considerevoli passi in avanti in anni recenti, Aeolus fornirà profili dei venti globali che ne miglioreranno ancora di più la precisione. Inoltre, i suoi dati saranno utilizzati per modelli della qualità dell'aria per migliorare le previsioni di polvere e di altre particelle generate dallo spazio che influenzano la salute pubblica.

Il satellite è controllato dal Centro Operativo dell'ESA, l'ESOC di Darmstadt, Germania. Gli operatori trascorreranno i prossimi mesi a controllare attentamente la missione ed a calibrare gli strumenti, come parte della fase di messa in servizio.

Related Links