Kubik sulla Stazione Spaziale
Agency

Mandate il vostro esperimento sulla Stazione Spaziale con Bioreactor Express Service

07/10/2019 195 views 4 likes
ESA / Space in Member States / Italy

L'ESA collabora con Kayser Italia per offrire a clienti commerciali il laboratorio Kubik sulla Stazione Spaziale Internazionale. Il nuovo servizio, denominato Bioreactor Express Service, consente agli utenti di condurre esperimenti in microgravità.

I clienti possono utilizzare i contenitori per esperimenti già esistenti, personalizzarli o sviluppare un contenitore totalmente nuovo per soddisfare le loro esigenze. Il prezzo di partenza è di Euro 160.000 e copre il volo utilizzando un contenitore per esperimenti già esistente – dalla concezione al lancio e al rientro dei dati scientifici entro un anno.

L'astronauta Paolo Nespoi con Kubik
L'astronauta Paolo Nespoi con Kubik

Kubik è utilizzato dal 2004 per condurre gli esperimenti del programma SciSpace dell'ESA all'interno del modulo europeo Columbus, che è parte della Stazione Spaziale Internazionale. Il laboratorio in miniatura offre spazio per 24 contenitori di esperimenti ed è dotato di funzionalità come il controllo della temperatura e una centrifuga che simula una varietà di livelli di gravità facendo girare vorticosamente i contenitori. Queste caratteristiche consentono un confronto tra diversi ambienti, per esempio il modo in cui i campioni di batteri, le cellule umane o i semi delle piante reagiscono ai livelli di gravità sulla Terra, sulla Luna e su Marte.

David Zolesi di Kayser Italia afferma:"Con Bioreactor Express Service vogliamo rendere Kubik accessibile a tutti, fornendo un servizio end-to-end dall'ideazione all'implementazione, ad un prezzo ragionevole ed in tempi accettabili".

Bioreactor Express Service è stato sviluppato nell'ambito di un'iniziativa di collaborazione commerciale dell'ESA per l'Industria europea, per proporre lo sviluppo congiunto di nuovi servizi commerciali ed applicazioni, utilizzando le condizioni uniche offerte dallo spazio.

Primo contratto: Bioasteroid

BioAsteroid
BioAsteroid

L'annuncio del servizio Bioreactor Express arriva insieme al primo esperimento da inviare. Il progetto BioAsteroid dell'Università di Edimburgo studierà come la gravità influenza l'interazione tra microbi e roccia in condizioni di gravità ridotta. Due reattori di bio-estrazione permetteranno ai ricercatori di vedere come i microbi sviluppano il biofilm - una patina, o pellicola - sulla superficie di un campione di roccia. Il biofilm è un aggregato di microbi che crescono su una superficie, una forma di biofilm è la placca dentale. L'esperimento è previsto per ottobre del prossimo anno.

Per maggiori informazioni su come accedere a bordo, visitate la pagina web Bioreactor Express Service.

Related Links

Related Links