Kids (it)
L'Universo
Vita nello Spazio
Tecnologia
Terra
 
 
lab
fun
news
 
Esplorazione
Close-up view of SMART-1's stationary plasma thruster
Un motore a ioni

Viaggiare nello spazio

Sino a oggi, quasi tutte le missioni spaziali hanno utilizzato motori a razzo alimentati a combustibile chimico. Sfortunatamente, si tratta di una soluzione non molto efficiente. Per esempio, oltre metà del peso al lancio del veicolo spaziale Rosetta dell'ESA era rappresentato dal carburante.

L'ESA ha attualmente allo studio diversi metodi per ridurre la quantità di carburante imbarcato. Una possibile soluzione sono i motori a ioni, che usano un 'cannone' elettrico per sparare i gas nello spazio.
Sebbene la spinta in avanti prodotta dal motore sia assolutamente modesta, consente di accumulare velocità in modo graduale e costante. Dopo un certo periodo di tempo, questo permette al veicolo spaziale di viaggiare a velocità molto elevate.
SMART-1 artist's impression
SMART-1
Questo tipo di motore a ioni è già stato testato con successo durante il viaggio verso la Luna di SMART-1. Il motore è riuscito a produrre una spinta 10 volte superiore a un motore a razzo ordinario per ogni chilogrammo di carburante utilizzato.
L'ESA sta studiando veicoli spaziali che utilizzino vele solari invece dei motori. La luce solare che incide su una vela riflettente di grandi dimensioni potrebbe spingere un veicolo spaziale verso altri pianeti. Dopo molti mesi, un simile veicolo spaziale potrebbe raggiungere la velocità di 360.000 km/h.
Un altro modo per risparmiare carburante e peso imbarcato consiste nel rallentare e volare attraverso l'alta atmosfera di un pianeta. L'ESA sta programmando la costruzione di un veicolo spaziale che possa entrare in orbita attorno a Marte utilizzando proprio questo concetto della 'aerocattura'.
Copyright 2000 - 2011 © European Space Agency. All rights reserved.