News

Herschel risolve il mistero dell'acqua su Giove


Shoemaker-Levy 9 impact site G
 
Punto d'impatto della cometa Shoemaker-Levy 9
 
 
24 Aprile 2013
 
Giove, il pianeta più grande del sistema solare, è composto in prevalenza da due gas: idrogeno ed elio. Nella sua atmosfera superiore sono state trovate minuscole quantità d'acqua, ma finora nessuno sapeva con certezza da dove provenisse. La risposta a questo mistero è stata trovata dall'osservatorio spaziale Herschel dell'ESA, il telescopio a infrarossi più sensibile mai lanciato finora. Herschel ha trovato prove certe del fatto che l'acqua ha avuto origine dall'impatto con i frammenti di una cometa avvenuto nel luglio del 1994!

Le collisioni con i detriti cosmici sono una continua minaccia per i pianeti del sistema solare, inclusa la Terra. Tuttavia, solo pochi di questi impatti sono stati effettivamente osservati dagli scienziati. La prima osservazione diretta di un evento di questo tipo è stata su Giove, 19 anni fa. Gli astronomi hanno assistito con grande stupore allo schianto di 21 frammenti della cometa Shoemaker-Levy 9 sull'atmosfera superiore del pianeta e alla loro successiva esplosione.
 
 
Water in Jupiter's atmosphere
   
Acqua nell'atmosfera di Giove
 
L'osservatorio spaziale a infrarossi dell'ESA, lanciato nel 1995, è stato il primo a rilevare e studiare l'acqua nell'atmosfera superiore di Giove. Gli scienziati sono riusciti a escludere un'origine interna, ad esempio la presenza di una fonte d'acqua negli strati più bassi dell'atmosfera. Ma se l'acqua proveniva dall'esterno, da dove poteva essere arrivata?

Da tempo circolava l'ipotesi che l'origine dell'acqua potesse essere la cometa Shoemaker-Levy 9, ma mancavano prove dirette. Ora, i sensibili occhi a infrarossi di Herschel hanno risolto il mistero. L'osservatorio spaziale ha ritrovato una quantità d'acqua 2-3 volte superiore nell'emisfero meridionale di Giove di quella presente nell'emisfero settentrionale. Le tracce d'acqua si trovano solo ad altitudini elevate e sono concentrate per la maggior parte intorno ai punti in cui è avvenuto l'impatto con la cometa nel 1994.

Per un'osservazione ancora più dettagliata dei gas che compongono l'estesa atmosfera di Giove dobbiamo attendere la missione JUICE dell'ESA, il cui lancio verso il gigantesco pianeta è previsto per il 2022.