A Genova, festival di cultura spaziale

Earth and Soyuz TMA-4 from ISS
La Terra vista della Stazione Spaziale Internazionale
27 Ottobre 2004

Un incontro importante, quello tra l’Agenzia Spaziale Europea e Genova, Capitale Europea della Cultura 2004, alla seconda edizione del Festival della Scienza: il 2 e il 3 novembre, la città ligure ospiterà un ciclo di conferenze incentrate sui programmi spaziali dell’ESA e sul suo contributo allo sviluppo tecnologico e scientifico europeo.

Il Festival della Scienza, visitato lo scorso anno da oltre 130 mila persone, costituisce un palcoscenico qualificato per gli appuntamenti organizzati da ESA ai quali partecipano scienziati e industrie e che saranno aperti da un workshop - in collaborazione con Assindustria Genova – nel quale si discuterà subito delle opportunità commerciali offerte da quella grande piattaforma in orbita che è la Stazione Spaziale Internazionale.

La ISS – in orbita a 400 km di distanza dalla Terra - rappresenta un vero laboratorio spaziale dove poter sperimentare e testare nuove tecnologie e materiali, studiandone le caratteristiche in condizioni di microgravità altrimenti irrealizzabili a terra se non per periodi molto brevi. Dell’utilizzo commerciale della Stazione parlerà Maurizio Belingheri, Capo della Divisione Commercializzazione di ESA, nel corso della conferenza che avrà luogo martedì 2 novembre presso lo Starhotel President (Genova, Corte Lambruschini), a partire dalle ore 17.

Umberto Guidoni, Astronaut of the European Space Agency (ESA)
Umberto Guidoni

All’incontro parteciperà anche l’Ing.Franco Malerba, primo astronauta Italiano e attuale Direttore dell`Ufficio di Collegamento AleniaSpazio a Parigi, il quale racconterà come si vive e lavora nello Spazio.

Nello stesso giorno, ma dalle 18, all’Auditorium San Salvatore, sarà illustrato l’utilizzo dei satelliti ESA per l’ambiente, indispensabili per lo studio dello stato di salute del nostro Pianeta e quindi della nostra vita quotidiana. Alla conferenza parteciperà Umberto Guidoni, astronauta italiano in forze al corpo ESA degli astronauti europei ed attualmente europarlamentare, il quale descriverà la sua esperienza professionale a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

Dei progetti d’esplorazione spaziale e del Sistema solare, che l’Agenzia sta affrontando in questi anni all’interno del programma Aurora, e che porteranno presumibilmente l’uomo su Marte entro il 2030, e della Stazione Spaziale Internazionale quale piattaforma irrinunciabile per la sperimentazione della vita fuori dalla Terra, si discuterà invece mercoledì 3 novembre, dalle ore 18, sempre all’Auditorium San Salvatore. In questo caso sarà presente anche un’industria genovese, la D’Appolonia, che in campo italiano ha investito grandi risorse nel trasferimento tecnologico, ovvero nell’utilizzo di tecnologie spaziali applicate alla vita quotidiana.

Central Italy and Island of Corse, October 2003
L'Italia e la Corsica viste da Envisat

Nel corso delle due giornate, in mattinata, gli esperti dell'ESA incontreranno anche gli studenti di alcuni Istituti di Genova. Gli appuntamenti sono organizzati in collaborazione con la European Foundation For Space, fondazione impegnata da anni nella sensibilizzazione delle nuove generazioni su tematiche spaziali e scientifiche.

Il tenore elevato del programma delle giornate di lavoro dimostra che la partecipazione dell’ESA al Festival della Scienza di Genova è considerata un’occasione importante per parlare dei programmi che l’Agenzia Spaziale Europea sviluppa al servizio dei cittadini, nell’ottica di compartecipare ancora di più con la comunità la propria conoscenza (tecnologie avanzate, materiali innovativi, ecc) e know-how spaziali.

L'ingresso agli incontri sarà gratuito.

ESA/ESRIN Communications Office
Simonetta Cheli
Tel. + 39.06.94180350
Fax. + 39.06.94180352

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.