A Palermo un convegno sui sistemi di protezione termica per veicoli spaziali

Poster of the workshop
26 Novembre 2002

Ogni tre anni circa l’ESA organizza convegni internazionali in merito agli ultimi sviluppi delle strutture termoresistenti e sistemi di protezione termica per veicoli spaziali. Quello che si e' aperto oggi a Palermo, a Palazzo dei Normanni, è il quarto European Workshop on Hot Structures and Thermal Protection System for Space Vehicles.

Il workshop, realizzato grazie alla collaborazione e al supporto di ASI (Agenzia Spaziale Italiana), CIRA (Centro Italiano Ricerche Aerospaziali), CNES (Agenzia Spaziale Francese), DLR (Agenzia Spaziale Tedesca), riunisce scienziati ed ingegneri europei, americani, giapponesi e russi provenienti da agenzie spaziali, industrie e centri di ricerca, per discutere di tecnologia spaziale.

È un campo molto importante, quello dei sistemi di protezione termica, che permettono la realizzazione dei materiali resistenti alle alte temperature e che quindi hanno un largo impiego nel campo delle tecnologie spaziali.

Tutti i satelliti necessitano di protezioni per sopportare le alte temperature nei periodi di esposizione al Sole alternati ai periodi, freddissimi, di buio. Al tempo stesso materiali simili consentono il rientro attraverso l’atmosfera terrestre per i moduli abitati, quali gli Shuttle e le capsule Soyuz. Lo studio sui sistemi di protezione termica porta quindi a elementi e strutture essenziali alla buona riuscita delle missioni spaziali, anche interplanetarie come Mars Express che sarà lanciata dall’ESA nel 2005 e nella più vicina missione Rosetta (gennaio 2003), sempre dell’ESA, che studierà la cometa Wirtanen all’interno del Sistema Solare.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.