ENEIDE al Vittoriano

ISS International Space Station
Stazione Spaziale Internazionale
16 Dicembre 2004

Si è inaugurata a Roma, nel Complesso del Vittoriano, in Via San Pietro in Carcere, la mostra "In viaggio tra le stelle – tecnologia e immaginazione". La mostra, che rimarrà aperta fino al 13 febbraio, è organizzata dall’ESA in collaborazione con Aeronautica Militare, la Finmeccanica e la Regione Lazio. Di che si tratta?

È un viaggio che si snoda lungo un percorso di diversi ambienti. L'ingresso è costituito da un tunnel che è, per certi versi, una galleria dell'immaginario che ricorda le Wurderkammern, le Camere delle meraviglie ottocentesche. Vi sono raccolte ed esposte pietre lunari, tute di astronauta, tecnologie legate allo spazio, ma anche letteratura di fantascienza e immagini dei pionieri del volo umano, dai fratelli Wright allo sbarco sulla Luna.

Si entra poi in un modulo a grandezza naturale della Stazione Spaziale: è la nave che ci condurrà nel viaggio tra le stelle che, in realtà, è soprattutto un viaggio nel sistema solare. La prima tappa è la stazione spaziale internazionale, poi il grande salto su Marte.

Il resto del viaggio non ve lo racconto: se andate alla mostra, quando sarete atterrati su Marte vi darete un’occhiata intorno e scoprirete da soli un mondo nuovo.

Portrait of Roberto Vittori
Vittori portará a termine un complesso programma di esperimenti nella ISS

Il giorno dell'inaugurazione della mostra è stata presentata anche la missione ENEIDE, che il prossimo aprile porterà l’astronauta italiano Roberto Vittori sulla Stazione Spaziale per la seconda volta. Quali sono gli scopi della missione ENEIDE?

La missione ha come principale obiettivo la sostituzione dell’equipaggio a bordo della Stazione Spaziale con un nuovo equipaggio. Roberto Vittori, in qualità di ingegnere di bordo, accompagnerà sulla casa orbitante il cosmonauta Sergei Krikalev e l’astronauta John Phillips, che daranno il cambio ai colleghi Leroy Chiao e Salizhan Sharipov, che ormai sono in orbita da circa 6 mesi.

Dopo circa 8 giorni sulla stazione spaziale, Vittori, Chiao e Sharipov torneranno a terra utilizzando la Soyuz che per sei mesi è rimasta in orbita attraccata alla stazione, con la funzione di scialuppa di salvataggio. Anche per le scialuppe arriva il momento del riposo: sarà sostituita quindi dalla nuova navicella con la quale Vittori e il nuovo equipaggio hanno raggiunto il satellite abitato orbitante.

Oltre agli obiettivi istituzionali, Vittori ha il compito di eseguire anche alcuni esperimenti di varie discipline in condizioni di microgravità, comprese alcune attività didattiche, che in genere sono molto apprezzati dagli studenti.

La missione di Vittori è stata finanziata dalla Regione Lazio, dalla Finmeccanica e dall’Aeronautica del Ministero della Difesa.

Galileo constellation
Galileo

Oltre al volo umano nello spazio, nella mostra si parla anche di telerilevamento e di Galileo, il futuro sistema europeo per la navigazione satellitare, che gradualmente affiancherà nei prossimi anni accompagnerà il GPS. Ma il mercato dei lanci non sta perdendo colpi?

Il numero di lanci annuali è piuttosto stabile: ogni anno vengono effettuali circa 65 lanci a livello mondiale.

Certamente, rispetto a qualche anno fa, il mercato legato alle telecomunicazioni satellitari standard è meno attivo, perché molti satelliti in orbita stanno svolgendo un ottimo lavoro e non c’è bisogno di sostituirli. D’altra parte, invece, il mercato legato ai prodotti della navigazione guidata da satellite continua a mostrare crescite rilevanti. Al momento si stima che il giro finanziario legato a tutti i prodotti e alle attività che ruotano intorno al settore possa raggiungere nel 2020 circa 150 miliardi di euro su scala planetaria, dieci volte tanto i valori del 2001.

Certo, le previsioni sono fatte assumendo una diminuzione dei prezzi nel tempo, in particolare quelli legati all’industria dell’elettronica. È chiaro che questo non può essere la tendenza da qui all’eternità: occorre investire in ricerca per evitare una futura fase di stallo, in cui il mercato sarà legato essenzialmente ai prodotti di ricambio e non più a quelli di innovazione. E questo va evitato.

Nei primi anni, USA e Europa sono i principali movimentatori del mercato, con un 60% del totale. Ci si aspetta però che entro il 2007,il continente asiatico e il sud america inizino ad esser mercati di assoluto rilievo.

Making driving safer with satellite navigation
Sono varie le applicazioni al traffico su ruote

Che tipo di applicazioni stanno emergendo a livello di mercato?

Accanto alle offerte ormai classiche in questo settore, come per esempio le applicazioni al traffico su ruote, a quello aereo, navale e su ferrovia, sono ormai mature proposte molto interessanti in vari settori, come per esempio la gestione dei terreni agricoli. E sono ormai disponibili o in via di sviluppo anche proposte piuttosto singolari.

Una ditta finlandese, per esempio, ha commercializzato un’applicazione dedicata agli appassionati di golf. Prima del colpo, si può fare ricorso ai dati da satellite per conoscere la distanza dalla buca: un calcolatore portatile esegue poi una valutazione sul miglior tipo di mazza da usare in quelle condizioni, basandosi su statistiche medie.

Anche la carcerazione, secondo la ditta Veridian, può ricevere una mano dal "satellite": piccoli criminali, per esempio, possono essere dotati di un ricevitore speciale, il Veritracks, ed essere tenuti sono controllo satellitare attraverso un sistema di navigazione. Un’alternativa al carcere come questa, ci permetterebbe, secondo alcune di stime, di risparmiare circa 50 euro al giorno per ogni "detenuto".

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.