FiatAvio e ASI costituiscono la ELV

Vega (Artist's impression)
Vega - artist's impression
23 Febbraio 2001

FiatAvio e l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) hanno costituito la ELV, società per azioni, con capitale detenuto per il 70% dalla caposettore per le attività aerospaziali del Gruppo Fiat e per il 30% da ASI. Missione di ELV e sviluppare lanciatori complementari ad Ariane 5, previsti dai programmi dell’Agenzia Spaziale Europea.

Alla nuova società e stata infatti affidata la responsabilità di primo contraente per il programma Vega e gestirà un contratto quinquennale di 230 Meuro. Il programma, finanziato per il 65% da ASI, e stato recentemente sottoscritto in ambito ESA da sei paesi: Belgio, Italia, Olanda, Spagna, Svezia e Svizzera.

Vega rappresenta un successo degli sforzi e delle sinergie istituzionali ed industriali per valorizzare la presenza italiana nel mercato spaziale europeo e internazionale. Il progetto Vega si inserisce in una concezione modulare (building blocks) che costituisce la base per una potenziale famiglia. La concezione modulare e stata accolta nelle strategie di sviluppo dei lanciatori in ambito ESA.

La nuova società, che avrà sede operativa a Colleferro (Roma), centro delle attività aerospaziali di FiatAvio, e la concretizzazione della solida e produttiva collaborazione tra industria ed enti governativi.

In ELV confluiscono le unità di sistema e di supporto al lancio di FiatAvio: la società potrà quindi partecipare a tutte le future opportunità nell’ambito dei nuovi sistemi di trasporto spaziale e dei relativi servizi di lancio.

Sergio De Julio, presidente ASI, e Silvano Casini, di FiatAvio, sono stati rispettivamente nominati Presidente e Amministratore Delegato della societa.

Vega e non solo una risposta alla esigenza del mercato, ma anche lo strumento per dare valore aggiunto alla presenza italiana nel trasporto spaziale, e per confermare il rilevante ruolo di FiatAvio nel settore.

FiatAvio SpA

FiatAvio e la Società Caposettore del Comparto Aerospaziale del gruppo Fiat; e presente in Italia e all’estero con 11 insediamenti e 5.590 dipendenti. Opera in quattro settori di attività: moduli e componenti per motori avio, revisioni motori civili e governativi, spazio e turbogas. E leader mondiale per quanto riguarda le trasmissioni di potenza. E il motorista italiano di riferimento per i motori aeronautici, ed e leader nella propulsione spaziale. Nel 1999 ha fatturato 1.361 milioni di euro (circa 2.720 miliardi di lire) confermando una costante crescita nella creazione di valore.

Agenzia Spaziale Italiana

L’Agenzia Spaziale Italiana e nata nel 1988 con il compito di promuovere, condurre e coordinare le attività spaziali del nostro Paese. Spetta all’ASI, infatti, predisporre e realizzare il Piano Spaziale Nazionale, che indirizza le scelte strategiche dell’Italia in campo spaziale.

La ricerca, gli studi e le attività relative al settore spaziale rappresentano una componente di primaria importanza nelle strategie di modernizzazione, sviluppo tecnologico, economico e culturale dell’Italia. L’impegno dell’ASI, quindi, e mirato a trasformare le risorse dedicate alle attività spaziali in un utile investimento per migliorare la qualità della vita nel nostro paese.

Tra le scelte strategiche dell’Agenzia Spaziale Italiana, c’è proprio la realizzazione di un piccolo lanciatore capace di coprire una fetta di mercato che l’attuale conformazione dei vettori a disposizione dell’Europa non prevedeva. Un lanciatore che, di conseguenza, potesse completare quella gamma di lanciatori necessaria per lo sviluppo spaziale del continente.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.