Gli astronauti a colloquio con il Cancelliere tedesco Angela Merkel e con il DG dell’ESA Jean-Jacques Dordain

Il Cancelliere Merkel, il DG Dordain e l'ex-astronauta Reiter durante il collegamento con la ISS
20 Febbraio 2008

15 febbraio 2008. Il momento più importante della giornata(flight day 8) è stato sicuramente il colloquio che parte dell’equipaggio ha effettuato con il Ministero Federale dell’Economia e delle Tecnologia, a Berlino, dove erano presenti il Cancelliere tedesco Angela Merkel, il direttore generale dell’ESA Jean-Jacques Dordain e l’ ex-astronauta dell’ESA di nazionalità tedesca ed attuale direttore per la ricerca e lo sviluppo spaziale dell'Agenzia Spaziale Tedesca DLR, Thomas Reiter".

Sulla ISS, davanti ad una grande bandiera dell’Agenzia Spaziale Europea affiancata da quella francese e tedesca, vi erano 6 astronauti: i tre membri di Expedition 16 (Peggy Whitson, Yuri Malenchenko e Dan Tani) insieme a tre astronauti della missione STS-122 Atlantis (Steve Frick, Léopold Eyharts e Hans Schlegel). Il colloquio con Berlino è durato una ventina di minuti.

Il Cancelliere tedesco Angela Merkel, oltre a dichiararsi fiera del contributo che la Germania ha dato al progetto Columbus, ha sottolineato l’importanza dei voli spaziali che dovrebbero essere seguiti in ogni suo aspetto in particolar modo per la loro importanza scientifica e non solo in determinati momenti spettacolari come può essere un lancio.

La Merkel ha così invitato gli astronauti, una volta rientrati a terra a farle visita. Ha chiesto poi loro di portare alcuni risultati degli esperimenti che si effettueranno sul laboratorio europeo Columbus.

Il DG dell’Agenzia Spaziale Europea, Jean-Jacques Dordain, ha parlato, tra gli altri, anche con il cosmonauta russo Malenchenko al quale si è raccomandato di aver cura del cargo europeo ATV il cui aggancio è previsto nella prima settimana di aprile.

Il volo nel frattempo procede senza alcun inconveniente di rilievo se si eccettua il problema ad alcuni computer del centro di controllo di Houston per l’enorme mole di dati provenienti dalla Stazione Spaziale. Inconveniente che non sarebbe nemmeno stato menzionato se non fosse per il fatto di non avere altre notizie da fornire. Atmosfera rilassata quindi sia a terra che sulla ISS anche se la quantità di impegni è notevole.

Nella serata poi l’inizio dei preparativi per l’EVA-3 che vedrà impegnati, nel corso del flight day 9, i due astronauti americani Rex Walheim e Stan Love. Obiettivo: il trasferimento delle due piattaforme esterne per esperimenti dell’ESA SOLAR e EuTEF che dovranno essere agganciati all’esterno del modulo Columbus.

Di seguito il programma (orari dell’Europa centrale) di venerdi 15 febbraio (FD9):

09:45: Sveglia dell’equipaggio

11:15: Aggiornamento della missione da parte del direttore di volo

14:40: Inizio EVA-3 di Rex Walheim e Stan Love

14:55: Inizio del trasferimento della piattaforma SOLAR su Columbus

17:10: Pranzo per gli astronauti rimasti sulla ISS

18:50: Inizio trasferimento piattaforma EuTEF su Columbus

21:05: Fine EVA-3

22:30: Rapporto quotidiano della missione

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.