Global Disaster Information Network(GDIN): Un ulteriore contributo alla salvaguardia del ns.pianeta e dei suoi abitanti

Floods in Ivrea (Italy)
Un esempio di catastrofe naturale(Alluvione di Ivrea)
18 Giugno 2002

La creazione di un sistema informativo basato sulle più avanzate tecnologie di telerilevamento e di telematica atto a fronteggiare situazioni di crisi derivanti da disastri di varia entità in ogni parte del mondo, è da tempo considerato uno dei principali strumenti da mettere a disposizione delle organizzazioni che offrono il loro tempestivo supporto per la salvezza di vite umane e per evitare danni incontenibili.

Ne sono pienamente convinti la Dir.Gen. per la Cooperazione Economica e Finanziaria Multilaterale del Ministero degli Affari Esteri Italiano, l`Istituto Superiore della Sanità, l`ESA, l`ASI e tutti gli operatori del settore a livello mondiale. Se ne discuterà approfonditamente durante i lavori della prossima Conferenza Annuale del Global Disaster Information Network(GDIN) che avrà luogo a Roma dal 17 al 21 giugno 2002 presso il Complesso Monumentale del S.Spirito.

International Charter Space & Major Disasters Poster
Il poster della "Carta dei Rischi"

Al Gdin, iniziativa statunitense, prenderanno parte le delegazioni dei principali enti scientifici, delle istituzioni internazionali e le industrie che presenteranno i loro nuovi programmi e proporranno la combinazione delle molteplici applicazioni tecnologiche al fine di rendere le attività di protezione civile più rapide ed efficaci. Saranno inoltre stabilite delle missioni di assistenza tecnica in tutte le aree maggiormente colpite da eventi catastrofici e programmi di scambio di esperienze. Parallelamente ai lavori della conferenza si terrà un`esposizione di imprese che operano in tale direzione per consentire alle industrie di rendere noti i servizi a supporto dei piani di protezione civile in caso di calamità. A tal riguardo l`ESA illustrerà il vantaggio aggiunto dei primi risultati del suo nuovo satellite ambientale Envisat, del programma dedicato alla prevenzione ed alla mitigazione dei disastri(Charter on Space and Major Disasters) realizzato in collaborazione con altri enti spaziali e dei molteplici esperimenti in campo di telemedicina.

Envisat (Artist's view)
Il satellite ambientale Envisat

Il fatto che essa si svolga in Italia, inoltre, potrebbe creare delle sinergie con altre iniziative comunitarie nel settore (Conferenza di Barcellona etc. ) e gettare delle solide basi per la preparazione di ulteriori appuntamenti internazionali. Per tale motivo l`ESA, che ha un suo stabilimento attivo nel settore del telerilevamento e che funge da Segretariato della Carta Internazionale dei Rischi Naturali, ha deciso di apportare la propria esperienza a questo importante convegno.

Per ulteriori informazioni, contattare:
Simonetta Cheli
Capo dell'Ufficio Ralazioni Pubbliche ed Istituzionali
ESA/ESRIN
Tel + 39 06 94180350
Fax + 39 06 94180352
e-mail: simonetta.cheli@esa.int

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.