Istanbul, Turchia

Immagine EO della settimana: Dove l'Oriente incontra l'Occidente

6 Maggio 2013

L'immagine è stata acquisita dal satellite europeo di telerilevamento Envisat e mostra la città di Istanbul e l'area dei suoi dintorni, nel nord-ovest della Turchia.

A nord si può riconoscere il Mar Nero, che è collegato al Mar di Marmara (al centro dell'immagine) attraverso lo Stretto del Bosforo. A sua volta il Mar di Marmara è connesso al Mar Egeo mediante lo Stretto dei Dardanelli (nell'angolo in basso a sinistra). 

La Turchia è una regione dell'Eurasia, presentando la maggior parte del suo territorio nel sud-ovet dell'Asia ed una piccola porzione nella regione dei Balcani, che si trova nel sud-est dell'Europa. 

Istanbul è la città di maggiori dimensioni della Turchia ed è visibile nei pressi del centro dell'immagine, in prossimità dello Stretto del Bosforo. La città è collocata proprio a cavallo di due continenti (Europa ed Asia) e questa circostanza la rende un vero e proprio punto di incontro tra Est ed Ovest. 

La collocazione geografica della Turchia rende il suo territorio vulnerabile ai terremoti, con la faglia Nord Anatolica - lunga ben 1000 Km - che passa appena 15 Km a sud di Istanbul. Inoltre, la regione si estende sulla relativamente piccola placca Anatolica, che è compressa da altre tre maggiori placche tettoniche: quella Africana e quella Arabica a sud, quella Euroasiatica a nord. La  combinazione dei movimenti di queste placche è stata nell'ultimo secolo la causa di una serie importante di terremoti che hanno investito la regione. 

In ragione del fatto che i terremoti sono in grado di rendere repentinamente obsolete le mappe dei territori colpiti, le immagini satellitari sono estremamente utili da una parte per il loro aggiornamento e per una precisa valutazione delle modifiche che hanno avuto luogo nelle regioni colpite, dall'altra consentono la creazione di una cartografia di riferimento per le operazioni di soccorso nell'immediatezza dell'evento. Inoltre, le immagini acquisite prima e dopo l'evento tellurico sono fondamentali per una valutazione dei danni, che costituisce la base di partenza per la pianificazione degli interventi di risanamento. 

Questa immagine è stata acquisita dal sensore di Envisat denominato MERIS (MEdium Resolution Imaging Spectrometer) il 09 giugno 2011.

In collaborazione con Rivista Geomedia

Questa immagine fa parte della serie Earth from Space video programme .

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.