Imprenditori di Varese, avete buone idee? 50 mila euro vi aspettano

Thorsten Rudolph alla consegna dei premi del Galileo Masters 2004
1 Giugno 2005

Un supporto finanziario complessivo valutato in 50 mila euro: questo è il premio che imprenditori, piccole aziende, università e istituti di ricerca di tutta Europa hanno la possibilità di aggiudicarsi, proponendo idee legate a un utilizzo innovativo di Galileo, il sistema europeo di navigazione satellitare del prossimo futuro.

La competizione Galileo Masters 2005, che ha fra gli sponsor l’Incubatore Europeo per lo Spazio dell’ESA (ESI, European Space Incubator), è svolta sotto il patronato del ministro bavarese dell’economia Otto Wiesheu, ed ha lo scopo è di spingere le piccole imprese europee a escogitare nuove applicazioni satellitari per il sistema di navigazione Galileo, che raggiungerà la piena operatività nel 2008.

La gara di questo anno si concentra su sette regioni specifiche dell’Europa: Varese, Londra, Goteborg (Svezia), Nizza-Sophia Antipolis (Francia), la Repubblica Ceca, la regione dell’Olanda meridionale e Monaco (Germania).

Galileo Masters Competition 2004
I vincitori del 2004

In ogni regione una giuria di esperti selezionerà le migliori proposte. Da questo ristretto gruppo, verrà poi prescelto il vincitore della fase finale.

A tutti i vincitori sarà data l’opportunità di allestire uno stand alla Fiera internazionale “SYSTEMS IT and Telecommunication” che si terrà a Monaco, in ottobre, che consentirà loro di stabilire rapporti commerciali e di incontrare possibili clienti. Gli stand saranno allestiti all’interno dell’Area di Navigazione Satellitare della Fiera, che è stata una delle principali attrazioni della Fiera dello scorso anno, visitata da oltre 65 mila persone.

Il vincitore potrà contare su un ufficio per 6 mesi all’interno della Businnes Incubator della regione di appartenenza. Inoltre potrà contare su consulenze e supporti promozionali. Nel complesso i premi sono valutabili in circa 50 mila euro.

Nuovi sistemi di utilizzo della navigazione satellitare cercasi

Galileo Masters alla Fiera SYSTEMS 2004

Questo anno vengono accettate proposte per il presente e il futuro. Sono considerate anche le applicazioni relative ai sistemi GPS, GLONASS ed EGNOS, già operativi, poiché ci si aspetta che Galileo incrementi le capacità di tutti e tre.

Secondo gli organizzatori, entro il 2015 oltre 400 milioni di utenti della navigazione satellitare avrà creato oltre centomila posti di lavoro nell’industria aerospaziale ed elettronica europea. Perciò è importante iniziare a pensare alle opportunità che si apriranno non appena Galileo diventerà operativo.

Lo scorso anno, il vincitore risultò l’azienda tedesca HCL Technology, che propose uno strumento poco costoso per supportare nella pesca le nazioni in via di sviluppo.

“Alle piccole aziende chiediamo di informarsi sui dati di navigazione satellitare e di immaginarne l’utilizzo per nuove applicazioni,” afferma Christian Stammel della Anwendungszentrum Oberpfaffenhofen, un membro della Rete Europea di Incubatori per lo Spazio (European Space Incubator Network) e uno degli organizzatori della competizione.

“Le aziende devono svegliarsi, ora, perché in soli quattro anni dovranno orientare i loro affari tenendo conto della presenza di Galileo.”

L'incontro di ESTEC: calcio d'avvio

Bruno Naulais, Manager of ESA's European Space Incubator
Galileo Masters 2005, il meeting d'avvio dell'ESI

“La gara è un forte incentivo per aumentare le applicazioni di Galileo e potenziare l’intraprendenza degli imprenditori. Per l’industria spaziale europea questo è fondamentale: nuove applicazioni per i nostri sistemi di navigazione significano, alla fine, sviluppo tecnologico,” sostiene Bruno Naulais, manager dell’ESI al meeting iniziale che si è tenuto ad ESTEC.

Toine van Kessel della Siemens Automotive aggiunge che una competizione di questo tipo può rivelarsi uno strumento molto efficace per mettere a fuoco le opportunità di collaborazioni future tra industrie ben consolidate, aziende emergenti e imprese di piccole e medie dimensioni. La Siemens sta battendo con interesse questa strada.

Galileo Masters Competition 2005 kick-off meeting in ESTEC
Christian Stammel e Bruno Naulais

Anche Bernard Katzy, dell’Università di Leiden e del CeTIM (Centre for Thechnology and Innovation Management) sottolinea l’importanza di raggruppare innovazioni a livello regionali: “Reti regionali di innovazioni permettono di gestire in modo più efficiente il processo innovativo a livello europeo e di ottenere risultati migliori. Questa competizione è un buon avvio per creare i primi raggruppamenti in Europa per le applicazioni di Galileo.”

La competizione Galileo Masters 2005 è iniziata il 1 maggio e termina il 30 giugno 2005. I partecipanti possono fare domanda attraverso il sito web dedicato, dove troveranno tutte le informazioni necessarie.

Il sistema di navigazione satellitare Galileo

European navigation system
Galileo sarà il sistema satellitare europeo per la navigazione

Galileo sarà il sistema satellitare europeo per la navigazione ed è sviluppato congiuntamente dalla Commissione Europea e dall’ESA. Galileo fornirà un servizio di posizionamento estremamente accurato e garantito, sotto il controllo civile. Sarà compatibile con i sistemi di navigazione satellitare già esistenti GPS e GLONASS.

Un utente potrà determinare una posizione con lo stesso ricevitore da un qualsiasi satellite dei tre sistemi, in qualsiasi combinazione. Ma Galileo fornisce uno standard basato su frequenze duali, che garantisce una misura di posizionamento in tempo reale accurata entro un metro, una precisione di misura che oggi non viene raggiunta da nessuno dei sistemi di uso pubblico.

Galileo in farming
Il programma Galileo

Galileo darà vantaggi economici e sociali considerevoli su scala globale e in particolare europea. La Commissione Europea continuerà a supervisionare il programma nel corso della sua implementazione, sia per quanto riguarda gli aspetti programmativi che quelli politici, mentre l’ESA si assumerà la responsabilità per lo sviluppo delle infrastrutture necessarie.

Una volta pienamente realizzato, Galileo sarà formato da 27 satelliti operativi, più tre di riserva. Si prevede che raggiunga l’operatività commerciale entro il 2008, mentre il primo satellite di prova sarà lanciato entro la fine dell’anno in corso.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.