In Italia una rete satellitare operativa per rilevare disastri ambientali

Italian Fire Brigade
I Vigili del Fuoco in parata
9 Agosto 2004

Alcune recenti esercitazioni hanno permesso di mostrare come la tecnologia satellitare sia di grande aiuto per i servizi di emergenza e vigilanza perché consente la condivisione immediata di dati durante i disastri naturali.

SkyPlexNet è un progetto fondato dal Programma di Telecomunicazioni dell’ESA. La tecnologia sviluppata rende possibile accedere direttamente alle risorse satellitari e garantisce la distribuzione di contenuti multimediali a utenti dislocati in posti diversi e indipendenti l’uno dall’altro. Il progetto risulta relativamente poco complesso, a basso costo ed evita di dover centralizzare la gestione dei dati.

Lo scorso giugno è stata con successo organizzata una dimostrazione durante la quale la Protezione Civile in Piemonte ha ricevuto e trasmesso informazioni via satellite utilizzando la rete di comunicazioni satellitari di SkyPlexNet. Gli uomini della Protezione Civile sono stati anche in grado di coordinare alcune operazioni con l’autorità centale e le unità di crisi dilocate in tutto il territorio.

Ora è effettivamente in piedi una rete di connessioni tra 119 uffici regionali del corpo dei Vigili del Fuoco e il quartier generale al Viminale, sede del Ministero dell’Interno. È il primo sistema al mondo a utilizzare il processamento dei dati su satellite. Questa rete inoltre sperimenta apparecchiature di ultima generazione interamente sviluppate e realizzate in Europa.

L’intero sistema operativo è ora collocato su alcuni veicoli fuoristrada, che fungono da centri di produzione e trasmissione, essendo equipaggiati con terminali satellitari adatti a ricevere e trasmettere le immagini in diretta ai vari uffici dei Vigili del Fuoco e garantendo anche le comunicazioni con le aree delle operazioni. In caso di emergenza, questi veicoli possono fornire collegamenti video, comunicazioni di dati e in voce, permettendo le video conferenze con le autorità centrali e garantendo anche la comunicazione con le esistenti reti di comunicazione terrestre.

Per Alenia Spazio, l’industria italiana che è dietro questo progetto, "la rete satellitare per il corpo italiano dei Vigili del Fuoco apre una nuova era nella gestione delle emergenze e nel rilevamento dei disastri in Italia."

Un ulteriore sviluppo del progetto include anche le autorità della Protezione Civile piemontese che hanno siglato un accordo di cooperazione con il Ministro dell’Interno per integrare l’operatività del loro progetto Emercom.sat nella rete di SkyPlexNet. L’accordo prevede che Emercom.sat diventi compatibile e interagisca con la rete satellitare utilizzata dai Vigili del Fuoco.

Sottolineando l’importanza del progetto, Francesco Rispoli di Alenia Spazio ha aggiunto: “SkyPlexNet permette la copertura satellitare dell’Europa e del bacino del Mediterraneo. Rappresenta a tutti gli effetti la prima rete satellitare su base globale per la gestione delle emergenze. Il prossimo passo sarà quello di estendere questa esperienza anche alle istituzioni europee”.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.