Incontri con gli astronauti dell'ESA alla mostra Astri e Particelle a Roma

La missione Planck - immagine artistica
4 Novembre 2009

Quattro secoli fa Galileo puntava per la prima volta verso il cielo il suo cannocchiale e cambiava per sempre il nostro modo di osservare l'Universo. Nessuno avrebbe potuto prevedere allora la straordinaria evoluzione della nostra capacità di scrutare le profondità dello spazio e di interpretarne i segnali con strumenti e metodi sempre più sensibili e raffinati.

In occasione della celebrazione di quel rivoluzionario gesto scientifico nell'ambito dell'Anno Internazionale dell'Astronomia, l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI), l'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e l'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) presentano al Palazzo delle Esposizioni di Roma una grande mostra che racconta la scienza, gli uomini e i grandi esperimenti che oggi studiano lo spazio.

Anno internazionale dell'astronomia

Sotto la direzione scientifica di Roberto Battiston, la mostra offre un viaggio entusiasmante verso l'ignoto, attraverso una serie di eventi eccezionali. I più autorevoli studiosi dell'Universo svelano negli appuntamenti settimanali molti dei misteriosi segnali che lo Spazio ci invia.

Gli incontri offrono anche l'opportunità di conoscere gli astronauti italiani dell'Agenzia Spaziale Europea (ESA), invitati a raccontare la loro esperienza unica, resa ancora più coinvolgente dalla proiezione in 3D di un viaggio virtuale sulla Stazione Spaziale Internazionale e di eccezionali immagini stereoscopiche prese durante alcune recenti missioni nell'ambito di un progetto del Centro Erasmus, della Direzione dei Voli Abitati dell'ESA a Noordwijk, in Olanda, per rendere lo spazio più accessibile al pubblico con i mezzi della tecnologia stereoscopica.

Astronauti dell'ESA

Un percorso emozionante ed esclusivo sarà, il 22 novembre, l'evento spaziale realizzato in collaborazione con e presso il Circolo degli Artisti di Roma che coinvolge astronauti, artisti visivi e musicisti in una maratona di parole, immagini e musica e che si conclude con un grande concerto di Masha Qrella, astro della scena indie-pop ed elettronica di Berlino.

Gli incontri con gli astronauti dell'ESA con la proiezione in 3D di un viaggio sull'ISS si terranno, dalle ore 21.00 alle ore 22.15, sabato 21 novembre con la partecipazione di Paolo Nespoli, sabato 9 gennaio con Luca Parmitano e sabato 23 gennaio con Samantha Cristoforetti, attualmente l'unica donna fra gli astronauti dell'ESA, a Palazzo delle Esposizioni, Sala Auditorium, scalinata di via Milano 9A, Roma. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Pubblico al Palazzo delle Esposizioni durante un incontro con un astronauta dell'ESA, con gli occhiali 3D

L'evento spaziale al Circolo degli Artisti trasformerà questo punto di riferimento della scena musicale internazionale in un set spaziale, con tanto di autentico astronauta, per una maratona di musica e immagini. L'evento comincerà domenica 22 novembre, alle ore 19.00 con un aperitivo e un incontro con l'astronauta dell'ESA Paolo Nespoli, e sarà seguito da un’esposizione di opere d'arte spaziale, un DJ-set spaziale con musica e immagini live e dalle ore 22.30 dal concerto intenso e originale di Masha Qrella. Indirizzo: Circolo degli Artisti, via Casilina Vecchia 42, Roma. L'evento ed il concerto sono ad ingresso libero.

Per ulteriori informazioni sulla mostra Astri e Particelle e sul concomitante programma di eventi, incontri, caffè cosmici, visite e rassegna cinematografica che propone i grandi classici della fantascienza, si prega di visitare i due siti web indicati sulla barra di navigazione a destra.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.