L'ESA a Cuneo per i "giorni spaziali"

Vittori
30 Novembre 2005

Da sempre lo spazio è stato considerato promotore di sviluppo tecnologico, tanto che fin dagli anni '60 è stato utilizzato come terreno di scontro “virtuale” fra superpotenze. Ma che significato hanno oggi le attività spaziali? In che modo promuove lo sviluppo?

Quali prospettive concrete può dare per lo sviluppo economico del paese e delle realtà locali? Come è possibile sfruttare le capacità tecnologiche per far fiorire la cooperazione internazionale? E, soprattutto, come si può utilizzare lo spazio per divertirci?

La 4 giorni di spazio organizzata a Cuneo dal 30 novembre al 3 dicembre dalla Incredible Adventures Corporation è senz’altro una buona occasione per saperne di più. L’ESA il 2 dicembre parteciperà al convegno "Imprese nello spazio", presso il Centro Incontri della Provincia.

Al convegno interverranno in rappresentanza dell’ESA l’ingegner Giuseppe Viriglio, Direttore dei Programmi dell’Unione Europea e affari industriali dell’ESA, che avrà modo di fare il punto sugli sviluppi della ricerca in campo spaziale e l’astronauta italiano Roberto Vittori, reduce dalla missione Eneide dello scorso aprile. Vittori, che nella sua breve carriera di astronauta ha già partecipato a due missioni Soyuz per la Stazione Spaziale Internazionale, metterà in evidenza l’esperienza italiana nel settore del volo spaziale.

Limit space in Soyuz
Spazio limitato dentro la capsula della Soyuz TMA-6

Space Days 2005 dà ai partecipanti la possibilità di incontrare una serie di personaggi che nello spazio operano con successo da anni, a partire dai cosmonauti russi Vasilli Tsibilyev, Direttore Generale del Centro Spaziale “Yuri Gagarin” di Mosca, Yuri Pavlovich Gidzenko, Comandante del Centro per l’Addestramento dei Cosmonauti e Yuri Loncakov, Capo Cosmonauti del Centro Spaziale.

"Imprese nello spazio" si presenta, dunque, come un’interessante occasione per toccare con mano alcune delle più interessanti opportunità che lo spazio mette a disposizione alle imprese e al cittadino di oggi: dalla telemedicina allo sviluppo economico, dagli studi sulla fisiologia umana in assenza di gravità alle loro possibili ricadute mediche, dalle futuribile attività di turismo spaziale alle concrete possibilità di carriera nel settore dello spazio, a cominciare dal Master internazionale SEEDS (Space Exploration and Development System) organizzato dal Politecnico di Torino in collaborazione con l’università di Brema e la Supaero di Tolosa.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.