L’ESA fornisce supporto scientifico-educativo al Patchworld partecipando ai lavori di fraternità in corso a Roma, 24 – 30 luglio

Patchworld
26 Luglio 2004

Un villaggio di 400 giovani europei dentro la città eterna, un’operosa officina dei valori, un cantiere aperto dove vivere la solidarietà e sperimentare la ricchezza culturale della nuova Europa.

I giovani per un Mondo Unito del Movimento dei Focolari, tra i 17 e 30 anni, si danno appuntamento a Ipogeo degli Ottavi nel XIX municipio romano per un’intera settimana per vivere insieme un’esperienza di scambio culturale e di aiuto concreto.

Alla luce del recente ingresso nella Comunità Europea di dieci nuovi Stati, l’idea cardinale "del mondo unito" diviene proposta di educazione interculturale alla pace, alla solidarietà ed alla convivenza sociale partendo proprio dalla nuova fase del processo di integrazione europea.

Un messaggio da parte di tanti ragazzi europei, che l’Agenzia Spaziale Europea aiuta a rafforzare nell’ambito del Workshop “Alla scoperta dello spazio” di lunedì pomeriggio 26 luglio, seguito in serata da un incontro con l’astronauta europeo Umberto Guidoni.

Umberto Guidoni in training
Umberto Guidoni

Umberto Guidoni è nato a Roma nel 1954, è sposato e ha un bambino di nove anni. Guidoni è stato accompagnato dall’entusiasmo di tutta l’Europa come primo astronauta europeo nella ISS, ma soprattutto dell’Italia. La missione STS-100 – durata dal 19 aprile al 1 maggio 2001 - ha consentito il trasporto del modulo logistico pressurizzato Leonardo costruito in Italia e del braccio robotizzato canadese ERA, entrambi elementi costruiti dall'ESA per la Stazione Spaziale

Da sempre a disposizione dei cittadini europei, “Lo spazio oggi é riconosciuto come strumento al servizio dei cittadini” ho scritto l'attuale Direttore Generale Jean-Jacques Dordain nell'ESA Newsletter, June 2004, L’ESA per questo evento fornirà presentazioni scientifico-educative sui temi:

  • L'Europa e la gestione dell'ambiente dalla scala globale a quella locale
  • L'ESA e le attività educative
  • L'ESA e la disseminazione via satellite di dati Envisat in Europa
  • L’Europa dallo spazio : Eduspace

Tra i vari stabilimenti dell’ESA, ESRIN riveste un ruolo d’avanguardia per quanto riguarda la gestione dei satelliti, la banca dati di immagini satellitari e i servizi di telecomunicazioni ai cittadini europei, la comunicazione mobile e la navigazione satellitare.

L'osservazione del nostro pianeta dallo spazio ci aiuta a conservare meglio il nostro ambiente e l’esplorazione dell’universo ci fa meglio conoscere le nostre origini. Le riprese satellitari per esempio hanno reso possibile il monitoraggio frequente del territorio europeo, sia a livello sinottico continentale sia a quello dettagliato delle aree urbane.

Il Satellite Envisat (ENVIronment SATellite) dell’ESA in orbita dal 1 Marzo 2002 ha a bordo vari strumenti utili a monitorare i principali gas responsabili dell’effetto serra, rilevare la temperatura della superficie marina e le concentrazioni di fitoplancton. E’inoltre possibile misurare l’altezza delle onde marine e tenere sotto osservazione le correnti oceaniche, i ghiacciai polari e la copertura forestale.

Il protocollo di Kyoto

É evidente quindi come queste ed altre potenzialità di Envisat possano essere utili all’Europa per il rispetto degli accordi raggiunti nel protocollo di Kyoto.

Si tratta insomma di opportunità pratiche reali, che possono trovare applicazione sia per una buona amministrazione cittadina o locale, sia per problemi e questioni globali. La verità è che già esistono innumerevoli applicazioni utili, per mettere in pratica le quali occorre conoscere prima di tutto i problemi da risolvere e le tecnologie satellitari ed poi avere una buona dose di fantasia e di senso pratico.

I giovani europei per un Mondo Unito, particolarmente sensibili ed impegnati nel sociale, si affronteranno in dibattiti, tavole rotonde ed incontri con esperti dell’ESA e faranno un viaggio virtuale nello spazio con Umberto Guidoni.

"Quale il vostro specifico contributo? Offrire un'anima a quanti lavorano in questo immenso cantiere che è oggi il nostro pianeta. L'obiettivo del mondo unito è certamente una sfida, sarà un andar controcorrente, ci vorrà spirito rivoluzionario, ma chi più adatti di voi?"
Chiara Lubich ai giovani per un Mondo Unito

Per ulteriori informazioni contattare:
ESA/ESRIN Communications Office
Simonetta Cheli
Tel : +39.06.9418.0350

Susanna Attolico
Education Team ESA/ESRIN
Tel : +39.06.9418.0959

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.