Il lancio di Sentinel-1A

L'Europa lancia il primo satellite ambientale del programma Copernicus

4 Aprile 2014

La capacità dei cittadini europei, dei politici e fornitori di servizi, di accedere a dati ambientali fondamentali su una base continua farà un passo in avanti in seguito al lancio del satellite Sentinel-1A dell'ESA.

Il satellite, del peso di 2,3 tonnellate, è decollato ieri sera a bordo del lanciatore Soyuz dallo spazio porto europeo di Kourou, nella Guyana francese, alle 23:02 (21:02 GMT). La separazione del primo stadio è avvenuta 118 secondi più tardi, seguito dalla separazione del fairing (a 209 secondi), del secondo stadio (287 secondi) e del gruppo superiore (526 secondi).

Dopo 617 secondi di spinta, lo stadio superiore Fregat ha messo il satellite Sentinel nell'orbita eliosincrona ad un'altitudine di 693 km. Il satellite si è separato dallo stadio superiore dopo 23 minuti e 24 secondi dal lancio.

"Il Sentinel-1A apre una nuova pagina nell'implementazione di Copernicus, la seconda iniziativa spaziale dell'Unione Europea, dopo il sistema di posizionamento Galileo" ha detto il Direttore Generale dell'ESA, Jean-Jacques Dordain.

"Il programma Copernicus fornirà ai cittadini europei i servizi basati sullo spazio più ambiziosi al mondo per ciò che concerne le applicazioni ambientali e della sicurezza".

"La cooperazione tra l'Unione Europea e gli Stati Membri dell'ESA nel finanziamento dell'infrastruttura spaziale, la combinazione di competenze e di esperienza tra la Commissione Europea e l'ESA, e le capacità dell'industria europea, mettono l'Europa in prima linea nell'utilizzo dello spazio a beneficio dei cittadini, dei politici e dell'economia".

Lancio Sentinel-1 su Soyuz

La missione è la prima di sei  famiglie di missioni dedicate che costituiranno il cuore della rete di monitoraggio ambientale europeo Copernicus. Il sistema Copernicus fornirà informazioni operative sulle superfici terrestri, sugli oceani e l'atmosfera del pianeta per sostenere le politiche ambientali e di sicurezza e le necessità dei singoli cittadini e dei fornitori di servizi.

Progettata come una costellazione di due satellite – Sentinel-1A e Sentinel-1B, la missione radar in banda C fornirà immagini della superficie terrestre ed oceanica di Europa, Canada e delle regioni polari in tempo quasi reale ed in qualsiasi condizioni meteorologica, notte e giorno.

Dotato di un potente "radar ad apertura sintetica", assicurerà la continuità con il satellite europeo Envisat, che ha smesso di funzionare nel 2012 dopo 10 anni di servizio. La tecnologia è basata su una lunga eredità di satelliti radar, cominciata 23 anni fa con ERS-1.

"Il lancio del primo satellite Sentinel-1 segna un cambiamento nella filosofia dei nostri programmi di Osservazione della Terra" ha detto Volker Liebig, Direttore ESA dei Programmi dell'Osservazione della Terra. "Nel campo della meteorologia, i satelliti forniscono da 35 anni dati affidabili per le previsioni del tempo".

"Con il programma Copernicus, avremo ora una simile fonte di informazione per i servizi ambientali così come per le applicazioni del campo della sicurezza e della gestione dei disastri".

Oltre a trasmettere dati ad un certo numero di stazioni di terra in tutto il mondo per una rapida diffusione, Sentinel-1 è attrezzato con un terminale laser per trasmettere dati attraverso il sistema satellitare europeo di inoltro dei dati (European Data Relay System) in orbita geostazionaria per avere una continuità nella consegna dei dati.

I pannelli solari del satellite e l'antenna saranno ora dispiegati attraverso una sequenza complessa di  circa 11 ore. Il completamento del dispiegamento sarà annunciato su www.esa.int/sentinel-1 e via Twitter @ESA_EO.

Dopo l'iniziale "lancio e prima fase in orbita bassa", il satellite entrerà nella fase di messa in servizio, dove tutti gli strumenti saranno verificati e calibrati. Le operazioni di missione sono previste cominciare entro tre mesi.

Thales Alenia Space Italia è il principale contraente ed Airbus DS Germany è responsabile per il radar in banda C. Airbus DS UK ha fornito i sottosistemi elettronici del radar centrale.

I dati dei satelliti Sentinel saranno forniti su base aperta e gratuita. I dati grezzi saranno analizzati e processati da fornitori pubblici e privati del settore.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.