L’accordo tra ESA e BIC Lazio per il supporto alle PMI ed ai Centri di Ricerca del Lazio entra nella fase operativa

Validation of innovations in laboratory
L’aspetto innovativo dell’Accordo consiste nel fornire alle PMI il know-how economico e finanziario
1 Luglio 2005

Nell’ottobre 2004 BIC Lazio ed ESA hanno siglato un Protocollo d’intesa per favorire la crescita di nuove iniziative di elevata tecnologia proposte da Piccole e Medie Imprese (PMI) e dai Centri di Ricerca del Lazio.

L’accordo s’inquadra nelle azioni finalizzate alla valorizzazione del territorio laziale ed alla promozione del Polo Tecnologico Tiburtino.

L’aspetto innovativo dell’Accordo, che ha raccolto un notevole interesse da parte delle PMI del Lazio, consiste nel fornire agli interessati il know-how economico e finanziario della BIC Lazio nel settore della promozione imprenditoriale, insieme alla competenza tecnologica e programmatica internazionale dell’ESA.

“Nuovi prodotti delle PMI per i mercati non spaziali possono essere sviluppati con notevoli benefici avvalendosi delle tecnologie e delle competenze spaziali” indica l’Ing. Claudio Mastracci, responsabile per l’ESA del coordinamento locale dell’iniziativa.

Sono già state ricevute numerose proposte dalle PMI del Lazio tra le quali sono stati selezionati tre progetti particolarmente promettenti.

Envisat building
ESRIN

I progetti selezionati entreranno a breve in una fase di sviluppo preliminare (pre-incubazione) della durata di un anno presso gli stabilimenti dell’ESA/ESRIN di Frascati; nel corso di tale periodo potranno fare affidamento sull’assistenza di esperti di BIC Lazio ed ESA.

Questa iniziativa, che fa parte del programma imprenditoriale di BIC Lazio, rientra anche nella strategia dell’ESA di realizzare un incubatore tecnologico presso lo stabilimento ESRIN al fine di promuovere lo start-up delle Piccole e Medie Imprese (PMI) e del mondo della ricerca nel territorio laziale.

“L’attuazione dell’accordo con ESA – come sottolinea Giancarlo Cremonesi, Presidente di BIC Lazio - conferma l’impegno di BIC Lazio a sostegno delle iniziative imprenditoriali ad alto contenuto tecnologico allo scopo di migliorare e qualificare lo sviluppo industriale del territorio locale. In quest’ottica si colloca la realizzazione, all’interno dell’area del Tecnopolo, di un incubatore d’imprese volto a favorire la ricerca e l’innovazione nelle PMI del Lazio”.

Per l’ESA responsabile dell’iniziativa è l’Ing. Franco Ongaro, Capo del Dipartimento per l’armonizzazione delle tecnologie dell’ESA, che opera nell’ambito della direzione dei Programmi dell’Unione Europea e degli Affari Industriali dell’Ing. Giuseppe Viriglio, con il coordinamento locale dell’Ing. Claudio Mastracci.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.