La Stazione Spaziale di Settimo Milanese

ISS International Space Station
L'ISS
6 Giugno 2006

Per i primi due fine settimana di giugno, quattro comuni della Provincia di Milano hanno ospitato la frontiera delle attività scientifiche europee, in particolare di quelle legate alla conoscenza e all’utilizzo dello spazio. A Cornaredo, Pregnana, Settimo Milanese e Vanzago si è svolta infatti la manifestazione “I Weekend della Scienza”, aperta al pubblico e in particolare agli studenti delle scuole, futuri protagonisti della scienza.

Tra laboratori, animazioni teatrali, visite notturne del cielo stellato, bolle di sapone, illusioni ottiche e giocattoli scientifici, uno dei momenti più suggestivi è stata la mostra “A passeggio nello spazio…”, allestita nel centro storico di Settimo Milanese e curata dall’Associazione ODISSEOSPACE di Milano.

Guidoni nella ISS

Nella cornice di Palazzo Granaio, un edificio del XVII secolo all’epoca utilizzato come deposito di grano, cantina per il vino e allevamento dei bachi da seta, ha trovato spazio la tecnologia più moderna, che ha permesso all’uomo di conquistare lo spazio e di realizzare il volo spaziale. Oltre a filmati storici sulle missioni spaziali, i visitatori hanno potuto anche osservare da vicino i dettagli di sonde e satelliti, grazie ai modelli in scala presenti: pannelli solari, strumentazione per lo studio della Terra, antenne per le comunicazioni con le basi di Terra.

Particolarmente significativi i modelli della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), il più grande progetto internazionale realizzato per l’utilizzo e la conoscenza dello spazio, e il lanciatore Vega, il lanciatore europeo la cui fase di realizzazione vede l’Italia in posizione di paese leader. Entrambi ci riserveranno delle novità in futuro.

In luglio di questo anno, infatti, l’astronauta tedesco Thomas Reiter del Corpo Astronautico Europeo, sarà il primo astronauta europeo a rimanere sulla ISS per una permanenza di diversi mesi. Sarà un’esperienza fondamentale per preparare l’arrivo in orbita di altri astronauti europei e del laboratorio Columbus, la pietra miliare del contributo europeo all’intero progetto della Staziona Spaziale. Ma anche il lanciatore Vega sarà presto protagonista, facendo il proprio esordio nello spazio con il suo primo volo (di “qualifica”) attualmente previsto per la fine del 2007.

Thomas Reiter departure for the Euromir 95 mission
Thomas Reiter in partenza per la missione Euromir 95, nel 1995

Alla mostra, oltre all’ESA che ha fornito materiale cartaceo e i modelli della ISS e di Vega, hanno contribuito ASI, Telespazio S.p.A., Carlo Gavazzi Space S.p.A. e Alenia Spazio.

Per gli studenti delle classi quarte degli Istituti Secondari Superiori della Regione Lombardia che sono stati particolarmente inspirati dalla mostra, si è subito presentata l’occasione per approfondire il tema grazie a una iniziativa patrocinata dall’ESA e promossa dal Politecnico di Milano, dall’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia, dall’IRRE Lombardia, ODISSEOSPACE e Carlo Gavazzi Space SpA. A partire dal 12 giugno, è stato infatti offerto un workshop estivo di due settimane sul telerilevamento da satellite e sui servizi satellitari.

Dopo una serie di lezioni sul comportamento dei materiali nello spazio e nelle fasi di lancio, i partecipanti progetteranno un servizio satellitare che possa essere di pubblica utilità, supportando enti che operano sul territorio, come la Protezione Civile, l’ARPA (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente), la Provincia di Milano.

Il progetto è supportato da ESA, ASI, Provincia di Milano, ARPA Lombardia, Assolombarda e dall’Università di Milano Bicocca.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.