Le tecnologie spaziali per la gestione del territorio e delle aree vignate

Space for Wine
14 Aprile 2005

L`ESA, in collaborazione con il Comune di Frascati, la Strada dei Vini dei Castelli Romani e il Consorzio di Tutela Denominazione Frascati, organizza per il giorno giovedì 21 aprile 2005 nelle Scuderie Aldobrandini del Comune di Frascati un convegno dal titolo “Space for Wine”.

Durante l`incontro verranno messe in risalto le nuove tecnologie messe a disposizione della ricerca spaziale per la gestione del territorio, ed in particolare della filiera vitivinicola, e saranno approfonditi alcuni risultati di progetti Europei in corso (Divino, Bacchus ed altri). Grazie alla partecipazione dell`Authority Europea per la sicurezza alimentare e di Slow Food verrano anche evidenziati i valori del vino nell`alimentazione e tutte le caratteristiche che rendono un prodotto di qualità, gli aspetti della promozione istituzionale a scala nazionale e le prospettive per il rilancio vitivinicolo.

Il connubio tra vino e spazio è figlio del connubio tra spazio e terra, cioè tra spazio e sviluppo sostenibile del nostro pianeta. L’Europa è il maggior produttore di vini nel mondo e in paesi come Italia, Spagna, Portogallo e Francia, tutti membri dell’ESA, il vino fa parte integrante della storia. Non è soltanto un prodotto da vendere di per sé, ma un frutto del territorio legato a percorsi turistici e culturali: è, insomma, una risorsa molto complessa da gestire nei suoi vari aspetti.

Uno dei problemi a livello europeo è l'assenza di una mappatura dettagliata dei vigneti esistenti

L’ESA, in collaborazione con la Commissione Europea, è chiamata a fare la sua parte. Uno dei problemi a livello europeo è l’assenza di una mappatura dettagliata dei vigneti esistenti, che è invece richiesta dall’Organizzazione Mondiale per il Mercato del Vino, anche perché il pregio del vino è sempre più identificato con la zona di produzione: le famose “denominazioni d’origine controllata”. Al momento però gli archivi vitivinicoli sono molto disomogenei: si va da rilievi sul campo, a riprese aeree fino a semplici dichiarazioni dei proprietari.

Le osservazioni della Terra dallo Spazio sono certamente un’arma potente per risolvere questa situazione, perché integra tutti i dati ottenuti attraverso panoramiche aerei e analisi sul campo. Oltre a queste attività, ci si aspetta di poter dare un contributo sostanziale al miglioramento delle coltivazioni.

L’area produttrice del Frascati DOC comprende 1800 ettari di vigneti divisi fra 5 comuni, in un’area complessiva di poco più di 80 km quadrati,: le panoramiche satellitari ed aeree aiutano certamente a compilare un buon archivio di fatti, ma è chiaro che non vogliamo limitarci a questo.

Presso l’ESRIN, grazie anche all’archivio di dati di osservazione della Terra che riguardano la zona dei Castelli Romani, una zona a denominazione controllata che è stata monitorata fin dalla metà degli anni ’80, è stato elaborato un Sistema Informativo Geografico (GIS) dettagliato e comprensivo sull’area di Frascati.

Il convegno avrà inizio alle ore 9:00 e terminerà alle ore 17:30.

L`evento sarà preceduto da una conferenza stampa in data 19 Aprile 2005 alle ore 11:30 presso l'aula consiliare del Comune di Frascati (Roma).

I giornalisti ed i rappresentanti dei media potranno chiedere ulteriori informazioni ed iscriversi al convegno “Space for Wine” contattando l`ufficio stampa dell`ESA/ESRIN ai seguenti recapiti:

Tel: 06/94180951
Fax:06/94180352
Email: Simonetta.Cheli@esa.int

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.