Lo spazio e la politica di sicurezza in Europa

A virtually cloud-free Europe captured by MSG-1
L' Europa
15 Dicembre 2003

L’ESA ha da poco finalizzato uno studio su “Spazio e Politica di Sicurezza in Europa” all’interno del Programma Studi Generali dell’Agenzia, in collaborazione con l’Istituto Affari Internazionali dell’Italia.

Lo studio è stato condotto con la partecipazione dei ricercatori europei provenienti da:

  • European Union Institute for Security Studies (EU ISS), Paris
  • Centre for European Reform (CER), London, UK
  • Deutsche Gesellschaft für Auswärtige Politik (DGAP), Berlin
  • Fondation pour la Recherche Stratégique (FRS), Paris
  • Institut d’Etudes Européennes of the University of Louvain, Belgium

oltre ad aver ricevuto supporto di esperti spagnoli e svedesi.

Sostanzialmente in Europa si è sviluppato un nuovo concetto di sicurezza, dovuto ai cambiamenti radicali a livello sociale ed economico: lo sviluppo nelle nazioni europee di una politica estera più sensibile, di una nuova politica della sicurezza e della difesa e l’esigenza di proteggere la popolazione, hanno portato a adottare un approccio integrato alla questione, come delineato dal Libro Bianco sullo Spazio.

La firma dell’accordo di cooperazione tra Unione Europea ed ESA, conseguente all’approvazione del Libro Bianco, incoraggia l’evoluzione della politica spaziale europea verso l’integrazione con la sicurezza. Questa ha bisogno di essere legata fortemente alle nuove tecnologie, mentre i sistemi spaziali rappresentano un aspetto fondamentale della sicurezza tecnologica. D’altronde, come ha più volte rimarcato il Direttore Generale di ESA, Jean-Jacques Dordain, non c’è sicurezza senza Spazio e non esiste Spazio senza sicurezza.

Lo studio dell’ESA va in questa direzione, fornendo un’analisi degli aspetti nazionali e internazionali della politica europea della sicurezza. La ricerca evidenzia i comportamenti dei diversi attori europei in relazione al tema e analizza come promuovere una convergenza nell’ambito della politica di sicurezza spaziale in Europa, sottolineando il ruolo specifico che l’Agenzia Spaziale Europea può giocare in questo contesto.

Per ulteriori informazioni, contattare:
Simonetta Cheli
ESA-ESRIN
Tel.: 06 94180350
Fax: 06 94180352
Email: Simonetta.Cheli@esa.int

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.