Lo tsunami in Giappone causa della rottura di iceberg in Antartide

10 Agosto 2011

Gli effetti del terremoto e del conseguente tsunami che, nel marzo 2011, hanno devastato larghe aree del Giappone, possono vedersi fino in Antartide. Le immagini dal satellite rivelano nuovi iceberg creatisi dopo che lo tsunami ha colpito la lastra di ghiaccio Sulzberger (Sulzberger Ice Shelf).

Utilizzando le immagini radar acquisite dal satellite Envisat dell'ESA, un gruppo di ricercatori della NASA è riuscito ad individuare gli iceberg – il più grande misura circa 6.5km x 9.5km sulla superficie, per circa 80m di spessore.

"Queste nuove scoperte in Antartide dimostrano che le osservazioni da satellite sono essenziali per comprendere i meccanismi e gli effetti associati con i disastri naturali" ha detto Henri Laur, Mission Manager ESA di Envisat.

Il satellite Envisat dell'ESA

Il Radar ad Apertura Sintetica Avanzata (Advanced Synthetic Aperture Radar, ASAR) a bordo di Envisat può catturare immagini in qualsiasi condizione meteorologica e di luce, ed è pertanto essenziale per osservare le aree polari.

Ogni giorno, Envisat cattura immagini radar dell'Antartide. Tali immagini sono disponibili a tutti gli utenti che utilizzano le pagine web ESA MIRAVI.

Articolo in inglese

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.