Missione compiuta: Si conclude a Mosca la simulazione della missione marziana di 105 giorni.

The crew of six has completed their 105-day Mars mission simulation inside the isolation facility in Moscow
15 Luglio 2009

L'equipaggio, composto da sei membri, ha lasciato per la prima volta in 105 giorni la speciale struttura isolata a Mosca, in Russia, avendo completato la missione simulata su Marte. Questa missione fa parte del programma Mars500, il cui obiettivo è facilitare la comprensione degli aspetti psicologici e medici dei voli spaziali a lunga durata.

Il team composto da sei membri include anche due tecnici dell'ESA: Oliver Knickel, ingegnere meccanico dell'Esercito tedesco e Cyrille Fournier, pilota di linea, di nazionalità francese. Gli altri quattro membri sono russi: i cosmonauti Sergei Ryazansky, comandante, e Oleg Artemyez, il medico Alexei Baranov e il fisiologo sportivo Alexei Shpakov.

"Abbiamo completato con successo la nostra missione" ha dichiarato Oliver Knickel, partecipante alla missione Mars500 dell'ESA. "È un risultato grandioso, di cui sono particolarmente orgoglioso. Mi auguro che i dati scientifici da noi forniti negli ultimi mesi contribuiscano a rendere possibile la missione su Marte.

Nella struttura di isolamento presso l'Istituto di Problemi Biomedici (Institute of Biomedical Problems -IBMP), l'equipaggio è stato messo messo in una serie di situazioni simili a quelle nelle quali potrebbe trovarsi durante il viaggio verso il Pianeta Rosso: tra queste il lancio, il viaggio di andata, l'arrivo e il trasferimento sulla e dalla superficie marziana, e infine il lungo viaggio di ritorno.

Scienza

I partecipanti sono stati sottoposti anche ad esperimenti scientifici per valutare gli effetti dell'isolamento su diversi parametri psicologici e fisiologici.

Per integrare e variare i pasti preconfezionati simili a quelli che consumano gli astronauti nello spazio, l'equipaggio ha coltivato personalmente alcuni prodotti come insalata, rape e cavoli. Il tempo libero è stato dedicato alla lettura, alla visione di film e all'ascolto di musica, oltre che ad alcuni giochi da fare in compagnia.

"Per tutti i 105 giorni abbiamo sentito un eccellente spirito di squadra" ha dichiarato Cyrille Fournier, il partecipante alla missione ESA Mars500. "Vivere in un ambiente ristretto così a lungo funziona solo se tutti i membri si trovano davvero bene l'uno con l'altro. In questi 105 giorni ho capito che l'equipaggio stesso rappresenta uno degli aspetti cruciali del successo di una missione".

520 giorni

Simonetta Di Pippo, Direttore del programma Human Spaceflight, era presente all'apertura del portellone ed ha accolto l'equipaggio all'uscita dal modulo. "La squadra ha fatto un lavoro eccellente" ha dichiarato Simonetta Di Pippo. "Vorrei congratularmi in particolar modo con Oliver e Cyrille. Sono orgogliosa del loro contributo personale e professionale che hanno portato al successo di questa simulazione di 105 giorni, e attendo con grande interesse la simulazione, ancora più completa e della durata di 520 giorni, che avrà luogo il prossimo anno. Questi studi, come molte altre attività che portiamo avanti sulla terra in strutture analoghe per l'esplorazione spaziale, faranno compiere all'Europa un grande passo avanti nelle esplorazioni umane, avvalendosi dell'esperienza della ISS per ritornare sulla Luna e un giorno, anche oltre la Luna stessa".

All'inizio del 2010 un altro equipaggio composto da sei persone verrà rinchiuso nella stessa struttura per simulare una missione completa su Marte della durata di 520 giorni. Entrambi gli studi fanno parte del programma Mars500 condotto dall'ESA e dal partner russo IBMP.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.