New media? Sì, con intelligenza

ARTES: Opportunity for new telecom innovations
Telecomunicazioni
18 Luglio 2002

Un ragazzo in auto che, fermo al semaforo, consulta la sua casella di posta elettronica e riceve un invito al cinema. Per essere ancora più convincente sul display del pc di bordo compaiono le prima sequenze del film. Sta per dirigersi verso il luogo dell'appuntamento, ma il suo sistema di navigazione gli segnala un ingorgo e sceglie per lui una strada alternativa.

È uno scenario fantascientifico?

Molte case automobilistiche si stanno orientando verso questo tipo di servizi, che almeno in teoria sono a portata di mano e in realtà le telecomunicazioni sembrano dominare il mondo.

Ma accanto a questi servizi esistono però applicazioni che si propongono di usare le nuove tecnologie ad altri livelli. Per esempio cercando di mettere a punto un sistema che dia una mano reale alle protezioni civili quando devono intervenire in situazioni di emergenza.

Sto pensando, per esempio, a un caso in cui si debba intervenire dopo un'alluvione. I satellite per l'osservazione della terra danno indicazioni sulle strade che sono percorribili, magari fornendo anche filmati ad alta risoluzione delle zone colpite, mentre il sistema di navigazione satellitare potrebbe fornire indicazioni sulla posizione esatta di chiunque abbia bisogno di aiuto.

E tutto questo utilizzando come centrale di comando una stazione mobile, in modo che i soccorritori abbiano sotto mano la situazione in tempo reale. Tutto questo deve essere implementato, stiamo muovendo i primi passi in questa direzione.

E il nuovo centro multimediale dell'ESA nasce proprio per camminare più speditamente lungo questa strada?

Il nuovo centro per i new media dell'ESA nasce proprio per facilitare l'ingresso di tutti coloro che vogliono investire nelle nuove tecnologie, tenendo conto degli scenari che ricordavi: multimedia, osservazione satellitare della terra, sistemi di navigazione.

Per esempio, lo sviluppo di servizi di emergenza oppure di applicazioni per la telemedicina o per la tele educazione. E qui ho nominato i campi che hanno registrato i maggiori sviluppi negli ultimi anni, perché sono percepiti come campi di "pubblica utilità" effettiva.

Ma il centro dell'ESA si propone anche come centro catalizzatore di nuove idee. Del resto l'esperienza passata ci ha insegnato che le tecnologie più interessanti nascono dall'incontro fra interesse scientifico e interesse tecnico. Prendiamo per esempio la nascita del world wide web, il www, che oggi la maggior parte delle persone identifica con internet stesso. Il Word Wide Web è nato al CERN di Ginevra, non alla Microsoft.

Nella pratica che cosa offre il Centro per i New Media dell'ESA?

Supporto tecnico e logistico alle industrie che vogliono affrontare i rischi delle tecnologia satellitare. Il centro deve essere pensato come un vero e proprio centro di conoscenze pratiche, all'interno del quale dunque si ragiona soprattutto sui progetti, avendo bene in mente quali sono le possibilità.

Offre l'accesso ai servizi satellitari attraverso delle stazioni trasportabili, semplici da usare. Naturalmente viene messo a disposizione anche tutto il supporto informatico sia a livello di software che a livello di hardware. Possono anche essere noleggiate ulteriori stazioni per la comunicazione satellitare, in modo da poterle usare in combinazione con le stazioni messe a disposizione dal servizio.

Il centro ha un laboratorio dimostrativo, all'interno del quale si trovano le infrastrutture informatiche per installare e provare le applicazioni nei loro vari stadi di sviluppo. È la palestra di allenamento in cui le idee vedono la loro prima realizzazione. Ma è anche una vera e propria placenta, dove le applicazioni vengono crescono fin quando non sono pronte per una fase industriale. Ovviamente il laboratorio ha accesso al fast internet dell'ESA: questo è cruciale, ricordiamo che si tratta di telecomunicazioni che richiedono una notevolissima mole di dati da scambiare, audio e video.

A questo si aggiunge naturalmente il supporto tecnico del personale. Significa conoscenze specifiche delle tecnologie satellitari e delle telecomunicazioni, ma anche capacità di dialogare con i tecnici e i rappresentanti delle aziende che voglio tentare il salto nello spazio.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.