Origini italiane per i 6 ATV della Stazione Spaziale Internazionale

L'ATV
23 Novembre 2004

Sarà firmato a Torino nello stabilimento di Alenia Spazio, mercoledì 24 novembre, il contratto che lega le due industrie Alenia Spazio e EADS Space Transportation per la realizzazione di 6 moduli ATV, indispensabili per l’efficienza della Stazione Spaziale Internazionale (ISS).

I moduli ATV (Automated Transfer Vehicle), nati dalla cooperazione di ESA, NASA e dell’Agenzia spaziale russa, una volta operativi assicureranno alla Stazione Spaziale un collegamento con la Terra per il trasporto di esperimenti, ma soprattutto di cibo, aria e acqua per l’equipaggio di astronauti, oltre al propellente necessario per la Stazione, per un totale di 9 tonnellate di materiale. Una volta terminato il proprio compito, l’ATV, dopo un tempo variabile di permanenza in orbita fino a un massimo di 6 mesi, viene lasciato precipitare verso la Terra, seguendo una traiettoria di sicurezza, bruciando al contatto con l’atmosfera assieme ai rifiuti della Stazione che avrà portato con sé.

Jules Verne ad ESTEC

L’ATV è un modulo abitabile: un cilindro lungo 9 metri con un diametro di 4 metri e mezzo circa è pressurizzato e servirà tra l’altro a correggere la rotta della Stazione stessa, perché è equipaggiato con propri sistemi di propulsione e navigazione.

La Stazione infatti, che si trova a circa 400 km dalla Terra, 'perde quota' per via dell’attrito con i residui più esterni dell’atmosfera terrestre e in maniera anche considerevole: si stima che il suo lento cadere verso il pianeta sia di circa 100/150 metri al giorno.

Il modulo si muoverà in maniera del tutto automatica: una volta immesso in orbita dal vettore Ariane 5, la sofisticata strumentazione presente a bordo lo guida nei due giorni di viaggio prima del docking con la Stazione. Il volo del primo modulo ATV, già denominato 'Jules Verne', è previsto per la fine del 2005 e nel complesso saranno almeno 6 le missioni, ciascuna della durata di 6 mesi, al termine di ciascuna delle quali l’ATV sarà riempito di rifiuti e fatto bruciare nel rientro in atmosfera. Lo scorso settembre, durante una passeggiata spaziale, gli astronauti a bordo della ISS hanno montato tre antenne e una telecamera all’esterno del modulo russo Zvezda della Stazione: l’ATV infatti si aggancerà lì e grazie alla nuova strumentazione montata sarà possibile seguirne tutte le operazioni di aggancio ed eventualmente intervenire con precisione in caso di necessità.

Attualmente il modulo 'Jules Verne' si trova presso ESTEC, lo stabilimento dell’ESA in Olanda, in fase di testing nelle camere pulite. Sarà poi imbarcato e raggiungerà lo spazioporto europeo a Kourou, nella Guiana francese.

Ulteriori informazioni:
Simonetta Cheli
Capo Ufficio Relazioni Pubbliche e Istituzionali dell’ESA-ESRIN
Tel: 06 941 80350

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.