Paolo Nespoli dialoga con il Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano

Inflight call with President Napolitano
Paolo Nespoli e il comandante dello Shuttle Pamela Melroy, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale
31 Ottobre 2007

“Buongiorno ingegner Nespoli and nice to see you too Commander Melroy,” così ha esordito il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano nel suo dialogo con l’astronauta dell’ESA Paolo Nespoli e il comandante dello Shuttle Pamela Melroy, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale.

Il ponte audio-video di questa mattina alle 9.18, organizzato congiuntamente da Agenzia Spaziale Europea (ESA) e Agenzia Spaziale Italiana (ASI) con la collaborazione della RAI, ha collegato per circa 20 minuti l’ufficio presidenziale del Palazzo del Quirinale con il Nodo 2, Harmony.

Per circa 20 minuti, Nespoli e il Presidente Napolitano hanno dato vita a un dialogo intenso e vivace, che ha toccato alcuni temi cruciali dell’esplorazione spaziale. Da una parte il Presidente ha espresso orgoglio e soddisfazione per il contributo italiano all’impresa internazionale della Stazione Spaziale, dall’altra ha sottolineato la necessità di proseguire questo sforzo per dare stimoli forti alle giovani generazioni, protagoniste del futuro.

Inflight call with President Napolitano
Paolo Nespoli e il comandante dello Shuttle Pamela Melroy, a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

Obiettivo principale della missione Esperia, a bordo della missione STS-120 dello Shuttle Discovery, giunto ormai al suo nono giorno di volo, è stato l’installazione del modulo Harmony (Nodo 2), un elemento di costruzione italiana, che permetterà la connessione permanente del laboratorio europeo Columbus e il laboratorio giapponese Kibo.

“Questa missione Esperia, il cui nome sottolinea bene il ruolo italiano,” ha affermato il Presidente, “disegna una rete ideale, gettando un ponte tra Italia, Europa, USA e il mondo intero. È molto importante che questa missione abbia pieno successo.”

“È importante che il Paese continui a lavorare nel settore spaziale, a confrontarsi con progetti internazioni,” ha sostenuto Nespoli, “anche per dare stimoli alle giovani generazioni, alimentando e mantenendo vivo un sogno.”

“Questo collegamento con i giovani e la scuola è una cosa splendida,” ha replicato il Presidente Italiano, “e credo che il seme che avete piantato darà presto i suoi frutti. È necessario dare ai giovani la speranza, gli stimoli, i sogni che ci permettono di guardare con fiducia al futuro.”

Il Presidente Napolitano ha concluso invitando Nespoli, il Comandante Melroy e tutto l’equipaggio a visitarlo al Quirinale. Dal canto loro, gli astronauti hanno voluto salutare il Presidente con la piroetta della Melroy, a simboleggiare la caratteristica peculiare della Stazione Spaziale Internazionale, l’assenza di gravità.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.