Roberto Vittori, primo radioamatore spaziale

L'astronauta Roberto Vittori
3 Maggio 2002

Domani, 4 maggio, appuntamento alle ore 12.40 per un collegamento radio tra l'astronauta dell’ESA Roberto Vittori e l’istituto ITIS Malignani, a Cervignano, in provincia di Udine. Al collegamento assiste anche l’istituto romano ITIS Lattanzio di via Aquilonia 50.

Roberto Vittori utilizzera' allo scopo gli apparati radioamatoriali installati a bordo della ISS ad opera di ARISS, Amateur Radio on ISS, consorzio al quale partecipano agenzie spaziali tra cui l’ESA ed enti radioamatoriali.

ARISS ha realizzato ed installato a bordo della ISS apparati radio per comunicazioni in fonia e digitali, oltre che un complesso sistema d'antenna la cui installazione, che prevede attività extraveicolare ovvero passeggiate spaziali, è già in opera.

Vittori non è nuovo ad esperienze di questo genere, dato che nei giorni scorsi è stato già realizzato un collegamento via radio tra la ISS e la scuola elementare La Tina di Città di Castello. Vittori ha seguito un corso introduttivo a Star City, comprendendo il valore dell'opportunita' di usare la radio per contatti diretti con il pubblico.

Grazie alla collaborazione del Ministero delle Comunicazioni, Roberto Vittori, il primo cosmonauta europeo di nazionalità italiana, ha ottenuto la patente e la licenza di radioamatore, con il nominativo ufficiale “IZ6ERU” ed è il primo radioamatore italiano a parlare dallo spazio. In tal senso porta l'eredità e lo spirito di Guglielmo Marconi nello spazio a beneficio di tutti.

Roberto Vittori enters the ISS
Vittori durante il suo ingresso nella Stazione Spaziale

Questo contatto servirà da stimolo affinché le agenzie e le istituzioni possano apprezzarne le notevoli opportunità educative e divulgative in vista anche delle future missioni con astronauti italiani a bordo.

Ai progetti di ARISS partecipa attivamente AMSAT Italia, un'associazione di radioamatori che opera principalmente nel campo delle comunicazioni radioamatoriali spaziali. I radioamatori operano nello spazio sin dal 1961 ed hanno all'attivo piu' di 40 satelliti. Da quasi trent'anni l'attività radioamatoriale nello spazio si è estesa alle missioni abitate dapprima sui voli Shuttle per poi espandersi decisamente con lo stabilire una stazione radio permanente a bordo della stazione spaziale MIR.

Con l'avvento della International Space Station è stato formato il consorzio ARISS allo scopo di coordinare le attività radioamatoriali a bordo della Stazione. Il corpo astronauti ha ampiamente appoggiato il progetto e gran parte degli astronauti sono radioamatori essi stessi ed usano parte del loro tempo libero a bordo della Stazione per contatti con altri radioamatori, ma anche con scuole, parenti ed amici.

Le attività radioamatoriali a bordo della ISS sono viste come un'importante attività educativa e divulgativa e permettono di far leva su molti aspetti tecnologici che vanno anche al di la’ di quelli concernenti le sole missioni spaziali. Innumerevoli scuole sono in lista per collegamenti radio dedicati e gli equipaggi hanno sempre appoggiato queste attività.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.