Sicurezza e valore strategico dello spazio: il NATO Defense College a ESRIN

 
1 Febbraio 2007

La sicurezza e il valore strategico dello spazio: questo è il delicato tema scelto come filo conduttore per il 31 gennaio, una giornata di studio che i circa 90 militari del NATO Defense College e i circa 50 militari del Centro Alti Studi Difesa (CASD) italiano hanno trascorso presso lo stabilimento ESRIN, il Centro per l’Osservazione della Terra, dell’ESA che sorge nelle vicinanze di Roma.

La collaborazione fra ESRIN e NATO Defense College, che organizza corsi di formazione per militari di carriera dei paesi che aderiscono alla NATO, è attiva fin dal 1999. Da allora la collaborazione, oltre alla fornitura di materiale informativo, si è sempre articolata in una serie di corsi che esperti dell’ESA hanno tenuto presso i quartieri generali del College presso la Cecchignola, a Roma, presentando le varie attività dell’Agenzia Spaziale Europea nel settore delle osservazioni della Terra e del sistema di navigazione satellitare Galileo.

 

Alla visita del 31 gennaio, che risponde a una richiesta avanzata dal NATO Defense College, hanno partecipato circa 150 persone in rappresentanza di 34 paesi. Dopo i saluti di benvenuto da parte di Volker Liebig, Direttore di ESRIN e dei Programmi per le Osservazioni della Terra, che ha presentato le attività dello stabilimento e di telerilevamento dell’ESA, la giornata di studi ha approfondito gli argomenti dei programmi Galileo e GMES (Global Monitoring for Enviroment and Security), i due pilastri strategici per lo sviluppo e il consolidamento dell’Europa nello spazio dell’Unione Europea e dell’ESA.

Volker Liebig, Direttore di ESRIN e dei Programmi per le Osservazioni della Terra

I circa 150 partecipanti hanno potuto infine mettere a confronto la sensibilità in tema di politica spaziale di Europa e USA, grazie alle relazioni di Serge Plattard, Secretario Generale dell’Istituto Europeo di Politica Spaziale (ESPI, European Space Policy Institute), e di Pete Worden, Direttore del NASA Ames Research Centre e confrontarsi con temi di attualità politica legati alla politica spaziale come gli space debris o la cooperazione internazionale.

Durante la presentazione del Luogotenente Generale Marc Vankeirsbilck, il Comandante del Nato Defence College

Il Dott. Liebig, nel suo messaggio di benvenuto ai partecipanti, ha indicato come lo spazio abbia “una rilevanza strategica” e come “le tecnologie spaziali contribuiscono già in molti modi al tema della sicurezza civile”. Il Luogotenente Generale Marc Vankeirsbilck, il Comandante del Nato Defence College, ha indicato come “il valore strategico dello spazio non sia ancora oggi compreso da tutti” ed ha sottolineato la rilevanza dell’utilizzo delle tecnologie spaziali per il settore della difesa e della sicurezza. Il Comandante ha aggiunto come questa giornata dedicata allo spazio abbia contribuito ad avvicinare i rappresentanti dei paesi partecipanti al tema spaziale e come sia interessato a continuare queste collaborazioni.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.