Spin and Drop Your Thesis: Annunciate le squadre vincitrici, tra cui anche due italiane

9 Aprile 2014

Cinque squadre di studenti, tra cui anche due italiane, sono state selezionate per l'edizione 2014 dei programmi Spin Your Thesis! e Drop Your Thesis! Queste opportunità uniche, permettono agli studenti di provare i loro esperimenti in ambienti gravitazionali di prima classe. I dati contribuiscono al loro corso di studi, dottorato di ricerca o tesi di Master.

Strutture scientifiche di livello mondiale sono solitamente disponibili soltanto per ricercatori qualificati. L'iniziativa dell'Ufficio Formazione dell'ESA si propone di affrontare questo tema attraverso i programmi Spin Your Thesis! e Drop Your Thesis!.

Gli inviti a presentare le proposte vengono aperti una volta l'anno. Durante questo periodo gli studenti, insieme alle loro università, vengono incoraggiati a presentare le loro proposte per esperimenti in microgravità o in iper gravità. Non ci sono limiti sul tipo di scienza che si vuole investigare. L'unica condizione è che l'accesso alle strutture sperimentali sia fondamentale per il corso di studi.

Ciascuna squadra è formata da studenti universitari che variano in numero da 2 a 4. ESA offre alle squadre selezionate un sostegno economico per coprire parte dei costi per l’hardware sperimentale, del viaggio e dell'alloggio.

Il programma Spin Your Thesis! utilizza la struttura Large Diameter Centrifuge che si trova al Centro Europeo di Ricerca Spaziale e Tecnologica dell'ESA, l'ESTEC, a Noordwijk, nei Paesi Bassi. Si tratta di una struttura di iper gravità. Con un diametro di otto metri, questa centrifuga può riprodurre una forza gravitazionale che va da una a venti volte la forza di attrazione gravitazionale della Terra. 

Quest'anno è la quinta volta che ESA vedrà eseguito il programma Spin Your Thesis! Gli esperimenti si terranno all'ESA-ESTEC tra l'8 ed il 19 settembre 2014. Quattro squadre sono state selezionate:

La squadra dei Transformers è composta da tre studenti italiani di dottorato, provenienti dall'Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. Stanno studiando micro biorobotica e investigheranno la possibilità di applicare ai protocolli di trasfezione di cellule di mammifero per scopi di medicina rigenerativa. Ciò comporta l'introduzione di DNA nelle cellule senza l'utilizzo di un virus.

La squadra AngioGravity proviene dal Portogallo. Si compone di 3 studenti universitari dell'Università di Porto e di uno studente di dottorato dell'Università di Minho in Braga. I loro studi comprendo la bio ingegneria. Nel particolare, studieranno la capacità delle cellule endoteliali (ECs) di formare vasi sanguigni in iper gravità.

La prima di due squadre olandesi è nota come Sponges in Space (spugne nello spazio). Si compone di due studenti di Master e di uno studente di dottorato, provenienti dall'Università di Amsterdam, Paesi Bassi. Studieranno l'ecologia acquatica, l'ecotossicologia e la biologia evolutiva. Il loro scopo è di studiare le necessità energetiche della formazione di spicule nelle spugne. Per fare ciò, varieranno il livello di gravità durante la germinazione della spugna.

La squadra "glaciale" dei Glacier è la seconda proveniente dai Paesi Bassi. Si compone di due studenti di Master in Scienze della Terra dall'Università di Amsterdam. Vorrebbero testare l'influenza della gravità sulle proprietà di flusso di un materiale analogo al ghiaccio.

"Gettate" il vostro progetto con il programma Drop Your Thesis!, usando la torre di 123 metri di altezza che si trova al Centro di Tecnologia Spaziale Applicata e Microgravità (ZARM) a Brema, Germania. Gli esperimenti possono essere lasciati cadere dalla sommità o catapultati verso l'alto dal fondo. Durante i "lanci", l'esperimento si trova in condizioni di microgravità, simili a quelle in orbita, fino a 9.3 secondi.

ZARM Drop Tower in Bremen

Si tratta della sesta campagna e si svolgerà dal 3 al 14 novembre 2014. La squadra selezionata è l'italiana FELDs (Flexible Electromagnetic Leash Docking system – sistema flessibile elettromagnetico per aggancio ed attracco).

La squadra è composta da quattro studenti di Master dell'Università di Padova che studiano ingegneria aerospaziale e delle telecomunicazioni. Il loro esperimento ha due obiettivi principali. Il primo è di dimostrare la tecnologia di un innovativo sistema di attracco morbido via cavo per le navicelle, che utilizza un attracco elettromagnetico per via di un cavo flessibile. Il secondo obiettivo è studiare la risposta dinamica del sistema di cattura ed i suoi effetti, sulla navicella interessata, in microgravità.

Per fare ciò, passeranno due settimane al Centro ZARM, dove l'esperimento verrà eseguito con una serie di cinque lanci, ciascuno dei quali fornirà 4.7s di microgravità.

Tutte le squadre hanno adesso circa sei mesi per preparare i propri esperimenti. Durante questo periodo, saranno sostenuti dall'Ufficio Formazione dell'ESA e da esperti incaricati delle strutture sperimentali che utilizzeranno. Membri dell'ELGRA (European Low Gravity Research Association, Associazione Europea Ricerca in Gravità Bassa) saranno inoltre a disposizione per fornire consigli ed esperienza nella ricerca in micro ed iper gravità.

Con iniziative come questa, l'ESA aiuta a stimolare lo sviluppo di una nuova generazione di ricercatori altamente qualificati. Entrando in un ambiente lavorativo, aiuteranno a mantenere l'Europa in prima linea nel progresso scientifico e tecnologico, portando beneficio a noi tutti.

Note per i redattori:

Video delle precedenti campagne sperimentali di questi programmi sono disponibili qui:

Spin Your Thesis!

Drop Your Thesis

Per maggiori informazioni contattare: 

Natacha Callens

ESA Educational Programmes Coordinator

Email: Natacha.Callens@esa.int

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.