Telemedicina in Africa: il workshop di Bruxelles

Telemedicine
Esperti hanno presentato esempi concreti di servizi di telemedicina via satellite
6 Febbraio 2006

Il 27 gennaio 2006 si è tenuta a Bruxelles una giornata di studi con lo scopo di comprendere se e come le telecomunicazioni satellitari potrebbero migliorare i sistemi di tutela della salute in Africa.

Il workshop non si è limitato a mettere a punto indicazioni sul miglioramenti dell’esistente, ma ha cercato anche di identificare le risposte più efficienti ai maggiori bisogni nel settore della salute nelle aree più remote dell’Africa o in quei paesi senza sbocchi sul mare. Gli esperti hanno presentato esempi concreti di servizi di telemedicina via satellite per dimostrare la rilevanza della tecnologia spaziale.

Live case with brachytherapy
Creazione di un e-network pan-africano per la telemedicina

Il workshop è stato il primo passo per implementare le iniziative comuni del Direttorato Generale della Commissione Europea per lo Sviluppo e il Direttorato dell’ESA per l’Unione Europea e i Programmi industriali, nell’ambito della partnership sulle infrastrutture tra Unione Europea e Unione Africana.

L’iniziativa ha coinvolto anche il Programma per l’energia e le infrastrutture dell’Unione Africana, in virtù del fatto che l’Unione Africana, nell’ambito del Developing Telecommunication e ICT Policy and Infrastructure, ha avviato e sta fornendo supporto a un numero considerevole di progetti, fra i quali:
* elaborazione di un programma quadro per le telecomunicazioni e per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione(ICT) per l’Africa;
* la creazione di un e-network pan-africano per la telemedicina

Le telecommunicazioni sono una delle caratteristiche chiave nella partnership euro-africana per le Infrastrutture.

Il workshop

Stefano Manservisi (Unione Europea), Direttore Generale dello Sviluppo, ha aperto il convegno

Stefano Manservisi (Unione Europea), Direttore Generale dello Sviluppo, ha aperto il convegno al quale, in rappresentanza dei potenziali futuri utenti dei servizi, hanno partecipato dai responsabili di politica della salute dell’Unione Africana, dell’African e-Commission e dell’African Regional Economics Communities.

Giuseppe Viriglio (ESA), responsabile del Direttorato dell’ESA per l’Unione Europea e i Programmi industriali, ha relazionato sulle applicazioni dei satelliti europei per le telecomunicazioni. Ha confermato l’interesse e la volontà dell’ESA nel proseguimento di questa iniziativa comune.

I rappresentanti dell’African Regional Economics Communities e dell’e-Africa Commission hanno riportato la drammatica situazione della tutela della salute nei paesi africani e hanno fornito informazioni sullo stato delle infrastrutture per le telecomunicazioni già esistenti.

All’incontro hanno partecipato anche esperti della tecnologia alla base della telemedicina dell’ESA, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, rappresentanti dell’industria europea (Alcatel Alenia Space, Medes, OP 2000, e Telespazio), così come membri dell’African Development Bank, dell’European Investment Bank e di molti Direttorati della Commissione Europea.

La tecnologia satellitare migliora e complementa le strutture dei servizi di tutela della salute in Africa

Il workshop ha toccato tutti i servizi di telemedicina e le attività accessibili via satellite, mostrando la rilevanza della tecnologia satellitare per migliorare e complementare le strutture dei servizi di tutela della salute in Africa.

"Abbiamo bisogno di un panorama completo delle opportunità che si aprono alla telemedicina via satellite (e ad altri servizi in remoto) nelle regioni sub-sahariane," ha dichiarato Manservisi nei suoi saluti conclusivi.

Manservisi ha proposto la formazione di una task force, costituita da rappresentanti delle organizzazioni africane, del Direttorato Generale della Commissione Europea per lo Sviluppo e del Direttorato dell’ESA per l’Unione Europea e i Programmi industriali e dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. La task force avrà il compito di definire una dettagliata roadmap, identificando una serie opportuna di azioni da implementare prima del 30 giugno 2006, inclusa un’analisi costi - benefici che sarà condotta per valutare lo sviluppo di un network satellitare africano di telemedicina.

Per ulteriori informazioni si prega di contattare:
Giorgio Parentela
Email: Giorgio.Parentela@esa.int

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.