Tutto è cominciato con GOCE: Intervista con lo studente Lorenzo Giannini

Lorenzo Giannini
20 Dicembre 2012

L'Ufficio Comunicazione dell'ESA-ESRIN in collaborazione con il Dipartimento di Osservazione della Terra e l'Education Office dell'ESA supportano gli insegnanti e gli studenti più motivanti nei loro studi e nei programmi d'insegnamento sui temi relativi allo spazio.

ESA: Cosa studi e qualè la tua specializzazione?

Lorenzo Giannini: Sto studiando Ingegneria dell’Energia all’Università di Tor Vergata. Ho scelto questa facoltà perché secondo me è molto innovativa dal momento che tratta di molti argomenti che vanno approfonditi, di temi che devono essere analizzati e di sfide da risolvere per il futuro.

Il programma comprende diversi corsi di fisica e di meccanica e di installazioni industriali per la produzione di energia, con uno studio approfondito delle industrie elettriche e chimiche. Questo corso si sviluppa in tre anni per il conseguimento del titolo più due per il master. Gli ultimi due anni sono dedicati alla specializzazione, e in particolare allo studio della gestione delle strutture per la produzione di energia.

ESA: Com'è nato il tuo interesse per l'Ingegneria?

Mi sono sempre piaciute le materie scientifiche, in particolare matematica e fisica, e mi piace apprendere ed avere un approccio pratico ed orientato alla soluzione nelle diverse discipline che studio. In questo senso, ingegneria risponde alle mie esigenze ed alle mie aspettative.

ESA: La visita all'ESA-ESRIN ha in qualche modo influenzato la tua scelta universitaria?

Quando ho visitato l'ESA-ESRIN ho potuto vedere quanto la combinazione scienza ed ingegneria possa offrire. Ero molto emozionato ma anche incoraggiato durante i miei studi sul satellite GOCE, e sono rimasto impressionato dal modo in cui opera grazie alla sua sofisticata tecnologia.

Lorenzo Giannini presenta GOCE

ESA: Qual'è stata la tua impressione sulle attività effettuate in ESA e la sua importanza per il monitoraggio dell'ambiente?

Grazie alla visita in ESA-ESRIN ho capito quanto l'ingegneria possa essere utile ed importante e come questi studi portino allo sviluppo di tecnologia ad alto livello come, per esempio, il lanciatore Vega o il satellite GOCE. Sono stato profondamente impressionato quando ho scoperto che i satelliti sono una combinazione di sistemi meccanici, elettronici, informatici e di energia che lavorano insieme. In questo modo, forniscono maggiori informazioni sul nostro pianeta ed i suoi problemi, informazione che è estremamente utile per analizzare i modi di risolvere le problematiche ambientali.

GOCE

ESA: Quali sogni vorresti vedere realizzati quando sarai ingegnere e quali obiettivi vorresti raggiungere nella tua carriera? Vedi già delle sfide che vorresti affrontare quando sarai un ingegnere?

Studiare l'Ingegneria dell'Energia comprende una preparazione esaustiva in molte aree, specialmente nel campo dell'energia, come ad esempio come ottenere energia dal nostro stesso pianeta senza avere un impatto negativo sull'ambiente. Il mio scopo è di completare la preparazione generale di base il prima possibile, così da poter selezionare una specializzazione in materie specifiche di mio interesse, che mi entusiasmino ed alle quali possa dedicarmi a fondo. Sono cosciente che lo studio e la ricerca di nuove fonti di energia siano diventati di primaria importanza per la vita del nostro pianeta. Inoltre, immagino che le misurazioni prese dai satelliti dallo spazio, permettendo una migliore conoscenza, una più precisa modellistica e gestione del pianeta in cui viviamo (e del quale dobbiamo ancora scoprire molto) possa fornire informazioni importanti per la ricerca di energia nuova e sostenibile – questo potrebbe essere un interessante tema da studiare e su cui lavorare, quando sarò un ingegnere.

Per maggior informazioni, contattare:

Francesco Sarti,
Scientific Coordinator of the Education and Training Activities
Directorate of Earth Observation Programmes
Francesco.Sarti@esa.int

Susanna Attolico,
ESRIN Communication and Outreach Office
Susanna.Attolico@esa.int

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.