Verso l`implementazione di una politica spaziale Europea. Firmato oggi un importante accordo tra l`ESA e la Commissione Europea

Volker Liebig e Freddy Dezeure alla firma dell'accordo
26 Ottobre 2005

L`ESA ed il Joint Research Centre (Centro Comune di Ricerca) della Commissione Europea (CE) hanno firmato oggi presso l`ESRIN, lo stabilimento dell`ESA che si trova a Frascati (RM), un accordo relativo allo sviluppo dei servizi informativi basati sulle tecnologie spaziali, all’accesso e alla diffusione dei dati di osservazione della Terra.

L`accordo è stato firmato da Volker Liebig, Direttore dei Programmi per l’Osservazione della Terra dell’ESA per il Direttore generale dell`ESA, Jean-Jacques Dordain, e da Freddy Dezeure, Direttore del Programma e della Gestione Risorse del Joint Research Centre della Commissione Europea per la Commissione.

"Questo documento definisce i rispettivi ruoli e le responsabilità dell`ESA e del Centro Comune di Ricerca per un forte approccio coordinato nell'uso dei dati di osservazione della terra a supporto dei sistemi informativi dell'Unione Europea. Ciò rinforzerà la cooperazione con l'UE e confermerà il GMES (l'iniziativa congiunta Commissione Europea-ESA per il Monitoraggio lobale per l'ambiente e la sicurezza) quale principale strumento informativo in supporto alla politica Europea"ha detto Volker Liebig.

Volker Liebig firma l'accordo fra ESA e JRC

L`accordo prevede la stretta collaborazione fra ESA e JRC in quattro settori :

  • Coordinamento nell`utilizzo delle missioni satellitari di Osservazione della Terra per le quali gli interessi sono comuni
  • Sviluppo di servizi che soddisfino le necessità specifiche degli utenti finali (in particolare dei servizi dell`Unione Europea)
  • Ottimizzazione dell` accesso alle informazioni di supporto alle attività della Commissione Europea
  • Coordinamento e fruizione di supporto tecnico per le attività di Osservazione della Terra all'interno dell'iniziativa Europea “INSPIRE” (INfrastructure for SPatial InfoRmation in the European Union) il cui obiettivo è armonizzare i metodi impiegati dagli Stati Membri per raccogliere dati inerenti alle caratteristiche geografiche dei propri territori.

L’accordo è stato raggiunto nella consapevolezza che l’utilizzo coordinato della tecnologia spaziale permette un balzo in avanti nella politica europea, consentendo all’UE di conseguire obiettivi politici rilevanti nel settore della protezione ambientale e della sicurezza e confermando la leadership Europea nello sviluppo di missioni di Osservazione della Terra e nel loro utilizzo.

L`accordo offre al JRC, che rappresenta un partner importante nello sviluppo dell'iniziativa Europea GMES, l`accesso ad un insieme di dati più vasto e su base continua realizzato attraverso una grande varietà di satelliti di Osservazione della Terra. Il JRC, in qualità di fornitore di supporto tecnico ai servizi della Commissione Europea, è designato a promuovere i servizi preoperazionali ed operativi, a sostegno delle politiche dell`Unione Europea e dei servizi sviluppati attraverso il GMES.

L`ESA, invece, svolge il suo ruolo di principale agenzia per lo sviluppo dei sistemi spaziali, specialmente in supporto dell'iniziativa GMES.

ESRIN's ground facilities
ESRIN, lo stabilimento dell'ESA presso Frascati

Nel corso della prossima Conferenza Ministeriale dell`ESA che si terrà a Berlino in Dicembre, verrà presentata una proposta per un nuovo programma per lo sviluppo della componente spaziale dell`iniziativa GMES. Questa componente includerà numerosi satelliti di Osservazione della Terra come risposta ai requisiti indicati dalla Commissione Europea attraverso i suoi progetti pilota per i sistemi informativi GMES.

Il documento sottoscritto all’ESRIN rende operative - nell’ambito delle osservazioni della Terra - molte delle azioni già previste dall’“Accordo quadro tra l’Unione Europea e l’Agenzia Spaziale Europea”, siglato il 25 novembre 2003. L`Accordo quadro ha posto le basi per un rafforzamento significativo del settore spaziale europeo, promuovendo l’implementazione di una politica globale per lo spazio in grado di garantire all’Europa un accesso indipendente e razionale allo spazio e che si sviluppi tenendo conto delle politiche UE indirizzate allo sviluppo sostenibile, alla crescita economica e all’occupazione.

L`accordo firmato a Frascati entrerà in vigore immediatamente. “E` un decisivo passo avanti verso la realizzazione di una politica spaziale Europea” ha detto Volker Liebig.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.