Vittori visita il Salone MAKS 2005

Vittori seduto al posto di comando del Clipper
23 Agosto 2005

Il Salone Internazionale dell’Aviazione e dello Spazio (MAKS), che si tiene ogni due anni a Zhukovsky, nei pressi di Mosca, ha riservato la giornata di venerdì 19 agosto all’esplorazione e al volo umano. L’ESA ha onorato l’appuntamento organizzando una numerosa serie di eventi all’interno della propria area espositiva.

Alan Thirkettle, responsabile del Dipartimento per lo Sviluppo del Volo Umano dell’ESA (Human Spaceflight Development Department), ha presentato la cooperazione tra Europa e Russia nell’ambito della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e ha illustrato i programmi futuri, mentre l’astronauta dell’ESA Roberto Vittori ha raccontato al pubblico la sua esperienza a bordo della Stazione Spaziale nell’aprile 2005.

La missione Eneide

Eneide crew
L’undicesimo equipaggio della Stazione Spaziale

Vittori ha raggiunto l’undicesimo equipaggio della Stazione Spaziale (Expedition 11) in qualità di ingegnere di volo a bordo della navicella Soyuz TMA-6. Nel corso dei suoi otto giorni di permanenza a bordo della ISS, ha condotto 22 esperimenti in orbita, molti dei quali sviluppati da ricercatori italiani e costruiti da industrie e istituti di ricerca italiani. Alla missione, che è stata co-sponsorizzata dal Ministero della Difesa italiano e dalla Regione Lazio, nell’ambito di un accordo tra ESA e l’Agenzia Spaziale della Federazione Russa, hanno partecipato anche scienziati danesi, tedeschi, russi, svizzeri, statunitensi e membri dell’ESA.

Vittori è tornato a terra il 25 aprile, insieme al decimo equipaggio della ISS (Expedition 10), al rientro dopo una permanenza in orbita di sei mesi. Nel viaggio di ritorno, Vittori ha ricoperto il ruolo di ingegnere di volo della navicella Soyuz TMA-5, che era stata “parcheggiata” in orbita, agganciata alla ISS come scialuppa di emergenza (o di salvataggio) dell’equipaggio. Il suo posto è stato ora preso dalla Soyuz TMA-6, che rimarrà ancorata alla ISS per tutta la durata della missione dell’undicesimo equipaggio, fino al prossimo ottobre. Con il successo della missione Eneide, gli astronauti europei hanno partecipato a tutti i sei voli della navicella Soyuz TMA.

La visita al Clipper

Le Frecce Tricolori al MAKS 2005

Dopo le presentazioni, Alan Thirkettle e Roberto Vittori sono stati invitati dal Presidente della RKK Energia, Nikolai Sevastyanov, a visitare il modello del Clipper. Nel corso della visita, Sevastyanov li ha brevemente aggiornati sullo sviluppo e le prospettive di questo nuovo sistema di trasporto spaziale. Vittori ha seduto al posto di comando del Clipper, mentre un istruttore russo lo introduceva brevemente ai comandi della navicella. Più tardi Vittori, che è ancora membro del team di volo acrobatico italiano delle Frecce Tricolori, ha preso parte, a bordo di un MB 339, al colorato show eseguito nel cielo di Zhukovsky dai piloti italiani, celebri in tutto il mondo.

"Questa è la seconda volta che visito il Salone di Zhukovsky," ha raccontato Vittori. "La prima volta è stata esattamente un anno fa, quando sono volato a Mosca dall’Italia con le Frecce Tricolori, per prendere parte a un meeting internazionale di squadre di volo acrobatico. A quel tempo avevo appena iniziato a prepararmi per la missione Eneide."

Nel corso della sua conferenza, Vittori non ha nascosto il piacere di poter dividere con i presenti la sua esperienza di volo a bordo di Eneide. "Vorrei sottolineare," ha proseguito, "la professionalità del personale dell’ESA, dell’Agenzia Spaziale della Federazione Russa, di Energia, che ha lavorato per la missione Eneide, senza dimenticare tutti i partner italiani presenti oggi al Salone aerospaziale MAKS 2005."

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.