Chiamata per tutti i radioamatori

16 Settembre 2005

L’ESA chiede ai radioamatori di tutto il mondo di contribuire alla raccolta dei dati del satellite SSETI Express, realizzato da studenti, che sarà messo in orbita il 27 settembre. Per sollecitare la collaborazione dei radioamatori, il dipartimento dell’istruzione dell’ESA ha organizzato due concorsi e offre software gratuito scaricabile online.

“Speriamo di ricevere la massima collaborazione possibile, specialmente nelle prime fasi della missione”, ha dichiarato il direttore del progetto SSETI Express, Neil Melville. “Se un radioamatore riceve un segnale da SSETI Express prima della nostra stazione di terra di Aalborg, in Danimarca, saremo assolutamente entusiasti di esserne informati.”

Ai radioamatori di tutto il mondo viene chiesto di contribuire alla ricezione a terra dei dati di gestione e di missione. In cambio, una volta completati gli obiettivi principali di SSETI Express, alla comunità dei radioamatori verranno rese disponibili gratuitamente varie funzionalità dei sistemi di comunicazione di SSETI Express in UHF e in banda S, assieme ai dati della missione.

SSETI Express comunicherà a terra i dati di telemetria nel formato AX25 a 9.600 baud sulla frequenza di 437,250 MHz e a 38.400 baud sulla frequenza di 2401,835 MHz. Sarà inoltre disponibile ai radioamatori per l’uso come ripetitore FM a canale singolo. Il software necessario per la ricezione a terra dei dati e per l’invio della telemetria al centro di controllo della missione può essere scaricato gratuitamente dalla pagine Radio Amateur Connection del sito di SSETI Express. Ogni invio verrà registrato automaticamente e pubblicato sul sito.

Concorsi riservati ai radioamatori

Una volta che i radioamatori dispongano del software necessario, sarà loro compito dimostrare che la ‘rete’ di stazioni terrestri di radioamatori è una risorsa preziosa per i progetti satellitari. Per fornire ulteriori stimoli, l’ESA ha organizzato due concorsi.

Il vincitore del primo sarà chi invierà il maggior numero di pacchetti di dati di telemetria validi al controllo di missione di SSETI Express entro le 00:00 del primo gennaio 2006.

Il premio consiste nell’invito a partecipare alla conferenza e mostra STEC06 (Student Technology Education Conference), della durata di tre giorni, che si svolgerà in Germania nella primavera del 2006, oltre a una vista privata dell’ESOC (il centro operazioni spaziali dell’ESA), che sorge nei pressi di Darmstadt.

Un’esclusiva T-shirt di SSETI Express, con la scritta “I heard it first” (L’ho sentito per primo) è invece il premio per il secondo concorso. Questa maglietta verrà inviata alla prima persona che riceverà, decodificherà e ritrasmetterà una trasmissione dal veicolo spaziale al controllo di missione di SSETI Express. Tutte le informazioni sulle attrezzature necessarie, sul software da utilizzare e sulla località presso la quale inviare i dati sono reperibili nelle pagine Radio Amateur Connection del sito della missione SSETI Express.

Note per i redattori:

SSETI Express è un micro-satellite che verrà lanciato il 27 dal cosmodromo di Plesetsk.

Sotto la supervisione della Student Space Exploration and Technology Initiative (SSETI), 23 gruppi universitari di 13 paesi di tutta Europa hanno realizzato il satellite in appena 18 mesi sotto l’egida del dipartimento dell’istruzione dell’ESA.

Copyright 2000 - 2015 © European Space Agency. All rights reserved.