Gli astronauti della Missione Dama STS 134 e MagISStra - Expedition 26/27, ricevuti dal Santo Padre

19 Settembre 2011

Castel Gandolfo (Roma) - I due astronauti europei di nazionalità italiana, accompagnati dai membri dei rispettivi equipaggi, in viaggio con loro sulla Stazione Spaziale Internazionale, hanno incontrato questa mattina Sua Santità, Benedetto XVI, nella residenza estiva di Castel Gandolfo.

Accompagnati dal presidente dell'Agenzia Spaziale Italiana, Enrico Saggese, dal direttore generale dell'Agenzia Spaziale Europea, Jean-Jacques Dordain e dal Direttore dei Programmi di Osservazione della Terra e Direttore di Esrin, Volker Liebig, gli astronauti hanno avuto l'occasione di ricordare con il Santo Padre dello storico collegamento avvenuto lo scorso maggio con tutto l'equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale.

Roberto Vittori, colonnello e pilota dell'Aeronautica Militare, e Paolo Nespoli hanno riconsegnato al Papa la medaglia trasportata sulla Stazione Spaziale. Vittori aveva ricevuto dal Santo Padre una medaglia d'argento raffigurante la creazione dell'uomo dipinta da Michelangelo nella Cappella Sistina. La medaglia ha volteggiato all'interno della Stazione tra Vittori e Nespoli, e oggi è tornata nella mani del Santo Padre a ricordare un importante momento di conversazione tra il capo della Chiesa Cattolica e gli astronauti in volo a 400 chilometri dalla Terra.

Il gruppo degli astronauti, coinvolto in un tour post lancio che li vedrà in diversi appuntamenti in differenti parti della penisola, è composto da: Paolo Nespoli, Catherine Coleman, Roberto Vittori, Mark Kelly, Gregory Harold Johnson, Edward Michael Finke, Andrew Jay Feustel e Scott Kelly.

Il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana, Enrico Saggese, e il direttore generale dell’Agenzia Spaziale Europea, Jean-Jacques Dordain, hanno congiuntamente sottolineato e dichiarato di essere profondamente emozionati e onorati che, il Santo Padre, abbia ricevuto gli equipaggi internazionali della Stazione Spaziale Internazionale, tra i quali i due astronauti dell’ESA di nazionalità italiana, dimostrando che i voli spaziali umani sono il simbolo di pace e cooperazione internazionale che preparano il futuro dell’umanità.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.