Il trasporto dei rifiuti pericolosi più sicuro con l'ausilio dei satelliti

Road transport
Truck with waste controlled by satellite data, wins European prize
15 Gennaio 2009

Un nuovo sistema di monitoraggio applica i dati di navigazione satellitare per la sicurezza delle strade europee. Sviluppato dalla SME per la Regione Lombardia, il sistema monitorizza quotidianamente gli spostamenti di 200 container caricati su 100 autocarri che trasportano scarti industriali.

Il trasporto dei rifiuti industriali pericolosi dal sito di origine a quello in cui verranno trattati, aumenta di anno in anno. Tipicamente gli autocarri che trasportano i container carichi di rifiuti e di scorie viaggiano almeno due o tre giorni, attraversando vari paesi europei. Per ragioni di sicurezza, e per assicurare che tutti i rifiuti arrivino alla destinazione designata, una piccola azienda italiana ha sviluppato un innovativo sistema di tracking, che utilizza i dati geografici del Global Navigation Satellite System (GNSS), per seguire con precisione il viaggio dei rifiuti industriali.

Trucks monitored to street level

"Il nostro Advanced Tracking System (ATS) è una piattaforma completa che integra varie tecnologie per fornire una soluzione valida al problema del monitoraggio dei trasporti pericolosi. Il sistema segnala immediatamente se un autocarro abbandona il percorso programmato o se i rifiuti vengono scaricati illegalmente lungo il tragitto" spiega Ivan Allevi, Project Manager di Allix, un'azienda italiana della classe Piccole e medie imprese.

Attualmente il sistema è nella prima fase operativa: è in atto il controllo e il monitoraggio su base giornaliera di 200 container caricati su 100 autocarri, molti dei quali viaggiano dall'Italia verso la Germania, la Repubblica Ceca o i Paesi Bassi passando per l'Austria o la Svizzera.

"Il nostro sistema ATS raggiunge la precisione di rilevamento di pochi metri, utilizzando ricevitori GPS tradizionali a basso costo e integrando i dati con le correzioni fornite dalle stazioni GPS di terra locali, oltre che dal sistema EGNOS" illustra Giorgio Soldavini, Programme Manager di Allix. "Non appena operativo, l'ATS sarà in grado di avvalersi anche dei dati più accurati forniti dal sistema Galileo".

Il sistema premiato in un concorso internazionale

Il sistema ATS di Allix ha vinto il primo premio della Regione Lombardia nella European Satellite Navigation Competition (concorso europeo per la navigazione satellitare) di quest'anno

Il sistema consiste di un dispositivo principale ubicato sull'autocarro che include un ricevitore GNSS operante su GPS con segnali overlay di EGNOS. I dispositivi secondari, installati uno su ciascun container, funzionano autonomamente e controllano lo stato dei container, la loro temperatura, i movimenti, e così via.

Quando il rimorchio sul quale sono caricati uno o più container viene unito alla motrice, il dispositivo centrale registra la connessione, che viene comunicata al server centrale. Quando il rimorchio, e dunque i container che vi sono caricati, viene staccato dalla motrice, un nuovo segnale viene inviato al server centrale. Il questo modo il server centrale è in grado di confrontare in ogni momento il percorso programmato con quello effettivo. "Controlliamo che il camion si attenga al percorso approvato e porti tutti i rifiuti nell'impianto di smaltimento o trattamento concordato" aggiunge Giorgio Soldavini.

Il passo successivo sarà quello di dotare di questo sistema tutti i camion addetti al trasporto degli scarti nella regione Lombardia.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.