Rosetta perfettamente allineata per l’avvicinamento critico a Marte

Rosetta's Mars swingby
Animazione di Rosetta di si avvicina a Marte e lo sorvola
15 Febbraio 2007

I responsabili della missione dell'ESA hanno confermato che Rosetta è in perfetto allineamento per il passaggio ravvicinato di Marte previsto per il 25 febbraio. Gli ingegneri hanno iniziato gli ultimi preparativi per la delicata manovra, che include un'eclisse con blackout dei segnali e richiede una navigazione precisa e un complesso tracciamento della sonda da Terra.

Il passaggio ravvicinato a Marte è previsto per le 02:57 CET di sabato 25 febbraio. Rosetta utilizzarà il pianeta rosso come freno gravitazionale per ridurre la velocità e modificare la traiettoria del suo complesso viaggio lungo 10 anni e 7,1 miliardi di kilometri alla volta della cometa 67P Churyumov-Gerasimenko.

"L'accensione dei motori compiuta venerdì scorso è andata bene. Martedì abbiamo confermato che Rosetta si trova nella rotta prevista per il passaggio ravvicinato. Attualmente non sembra necessaria un'altra accensione dei motori, quindi la prossima finestra di manovra, in programma per il fine settimana, è stata annullata", ha spiegato Paolo Ferri, Direttore di volo di Rosetta, parlando all'ESOC, il Centro di Controllo delle missioni dell'ESA a Darmstadt, in Germania.

Marte eclisserà Rosetta

Disegno d'artista di Rosetta in prossimità di Marte

A partire da questa sera, la squadra di controllo del volo inizierà a caricare le batterie di Rosetta per l'eclisse di 25 minuti durante il passaggio ravvicinato. Nel corso dell'eclisse, il profilo di Marte impedirà ai raggi del Sole di raggiungere i pannelli solari di Rosetta e tutti i sistemi non essenziali saranno spenti o impostati in modalità a basso consumo.

La traiettoria originale e il progetto ingegneristico di Rosetta non prevedevano un'eclisse, ma inevitabili ritardi nel lancio hanno costretto l'ESA a ridisegnare la traiettoria. I responsabili della missione hanno lavorato mesi per pianificare e testare con la massima precisione una configurazione a basso consumo che consentisse a Rosetta di funzionare a batterie in condizioni di totale sicurezza..

Abbiamo confermato che Rosetta si trova nella rotta prevista per il passaggio ravvicinato.

I controllori di terra prevedono di perdere il contatto con Rosetta per un black out mozzafiato di 15 minuti, alle ore 03:14 CET del 25 febbraio, quando Rosetta inizierà a passare dietro Marte (rispetto alle stazioni di controllo sulla Terra).

Nel punto più ravvicinato, Rosetta "sfiorerà" Marte compiendo uno spettacolare passaggio a soli 250 km dalla superficie del pianeta rosso. In quel momento, il veicolo spaziale Mars Express dell'ESA si troverà a 11.042 km da Rosetta, mentre la sonda orbitante Mars Reconnaissance della NASA sarà lontana circa 7172 km.

La cooperazione ESA-NASA per il monitoraggio nello spazio profondo

Le intense attività per la manovra di "frenata gravitazionale" condotte presso l'ESOC hanno incluso anche un'estesa campagna di tracciamento per monitorare con precisione la posizione e la traiettoria di Rosetta.

Le misurazioni di campo e con Doppler effettuate dal DSA 1, la stazione dell'ESA per il monitoraggio dello spazio profondo che sorge nei pressi di New Norcia in Australia, sono state integrate con i dati della rete di rilevamento DSN della NASA. Entrambe le reti stanno utilizzando la tecnologia Delta DOR (Delta Differential One-Way Ranging) per localizzare e seguire con precisione il veicolo spaziale.

Delta DOR si avvale di due antenne di terra poste a grande distanza l'una dall'altra per rilevare simultaneamente un veicolo spaziale e misurare la differenza temporale tra i segnali che arrivano alle due stazioni. L'ESA ha utilizzato per la prima volta questa sofisticata tecnica per seguire la rotta di Venus Express nel 2006.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.