ESA title
Agency

Immagine EO della settimana: Baia di San Francisco

19/05/2020 142 views 4 likes
ESA / Space in Member States / Italy

La missione Copernicus Sentinel-2 ci porta sulla Baia di San Francisco, nello stato americano della California.

Ingrandisci per visualizzare questa immagine alla sua piena risoluzione di 10 m.

La Baia di San Francisco, lunga quasi 100 km, è un estuario poco profondo circondato dalla San Francisco Bay Area - una vasta regione metropolitana dominata da grandi città come San Francisco, Oakland e San Jose. Le aree urbane densamente popolate presenti attorno alla baia contrastano fortemente con le zone di foresta verde ed i parchi circostanti.

Nella parte superiore destra nell’immagine è visibile il delta dei fiumi Sacramento e San Joaquin - con l'acqua marrone, piena di sedimenti, che scorre verso il basso nella Baia di San Pablo. Qui, le acque scure si mescolano prima di confluire all'interno dell'area più ampia della baia, che è collegata all'Oceano Pacifico tramite lo stretto del Golden Gate. Sulla sinistra dell'immagine si può osservare un grande pennacchio di sedimenti che si muove verso ovest e nell'Oceano Pacifico.

Il ponte Golden Gate, lungo circa 2.7 km, sovrasta l'apertura della baia nell'Oceano Pacifico tra la Contea di Marin (Marin County) e la città di San Francisco - visibile all'estremità della penisola meridionale al centro dell'immagine. Le isole Treasure, Angel e Alcatraz si vedono sporgere dalle acque della baia, con molti ponti che collegano le sue coste ad est e ad ovest. Sono visibili anche numerose imbarcazioni.

I colori verde e giallo acceso in basso a destra nell'immagine indicano laghetti salati, e fanno parte della riserva naturale Don Edwards National Wildlife Refuge. Con un'area di circa 120 kmq, il rifugio offre un habitat di paludi salmastre, piane tidali e piscina primaverile per milioni di uccelli migratori e specie in via di estinzione.

Sentinel-2 è una missione a due satelliti per la copertura e la distribuzione dei dati necessari per il programma europeo Copernicus. Il frequente passaggio della missione su una stessa area e l'elevata risoluzione spaziale consentono di monitorare attentamente i cambiamenti degli specchi d'acqua.

Questa immagine è stata acquisita il 25 gennaio 2019, e fa parte del programma video Earth from Space.

In collaborazione con Rivista Geomedia.

Related Articles

Related Articles