Inchiesta sul lancio di Artemis - accordo sul piano d'azione

Ariane 5 on its mobile launch table
Ariane 5 on its mobile launch table
8 Agosto 2001

La commissione indipendente d’inchiesta, incaricata da Arianespace di indagare sul perché il recente Volo 142, che trasportava Artemis, non abbia completato con successo la sua missione, ha presentato le sue conclusioni.

Arianespace ha comunicato che la commissione ha evidenziato le cause dell’anomalia e ha suggerito le misure correttive. Tutti i consigli sono stati accettati e saranno applicati il piú velocemente possibile.

La relazione della commissione d’inchiesta

La commissione d’inchiesta ha compiuto l’analisi completa di tutte le misure registrate durante il Volo 142 e ha preso visione di tutti i documenti relativi alle missioni di Ariane 5, per quanto riguarda la produzione, la qualitá e gli aspetti tecnici. L’attivitá dei gruppi europei di produzione e sviluppo e’ stata altresí oggetto di verifica.

I risultati dell’inchiesta hanno confermato che tutte le operazioni di preparazione e di count down del Volo 142 hanno avuto regolare svolgimento, come pure il volo stesso di Ariane 5 nelle fasi precedenti all’accensione del motore Aestus dello stadio superiore.

Durante l’accensione del motore Aestus la relazione della commissione d’inchiesta ha evidenziato una instabilitá di combustione. Le condizioni di combustione degradata che sono seguite hanno portato alla generazione di una spinta inferiore a quella necessaria. In piú, queste condizioni hanno anche causato l’esaurimento prematuro di uno dei propellenti, che a sua volta ha provocato lo spegnimento del motore prima del normale.

L’altissima variazione di pressione che ha causato l’istabilitá della combustione nel motore Aestus é stata attribuita alla sovrapposizione delle condizioni idrodinamiche del sistema di alimentazione di propellente dello stadio superiore e dei circuiti interni della camera di combustione del motore.

La commissione ha decisamente scartato, nella sua inchiesta, ogni collegamento tra il malfunzionamento dello stadio superiore dell Ariane 5 e l’operazione dei sistemi di propulsione del lanciatore Ariane 4.

Raccomandazioni

Le anormali condizioni operative incontrate durante il Volo 142 saranno studiate a fondo per definire ulteriormente la fase di accensione del motore.

La commissione d’inchiesta ha indicato le seguenti raccomandazioni:

  • Simulare con un modello matematico le condizioni idrodinamiche che si verificano durante l’accensione del motore Aestus
  • Rendere piú regolare e costante la fase dell’accensione dello stadio superiore
  • Adattare i criteri di qualificazione alla fase modificata di accensione
  • Adattare i banchi di prova alle condizioni di volo il piú possibile vicine a quelle reali
  • Definire, tramite un programma di test del motore, i margini di operativitá in volo
  • Qualificare i motori utilizzati nei prossimi voli secondo questi nuovi criteri

Arianespace ha accettato tutti i consigli e li applicherá il piú velocemente possibile, coordinandosi con le industrie coinvolte.

Piano di azione

Dopo aver analizzato i consigli della commissione, Arianespace, insieme all’ESA e all’Agenzia spaziale francese CNES, e supportata dai partner del programma industriale Ariane, ha definito un piano d’azione che comprende i seguenti aspetti:

  • L’analisi dettagliata dei dati registrati sia nei test a terra sia nelle operazioni di volo del motore Aestus e dello stadio EPS, con particolare enfasi per quelli relativi alla sequenza di accensione
  • Un modello dinamico del sistema di alimentazione del propellente
  • L’aggiornamento del modello meccanico di alcune parti della camera di combustione
  • L’analisi di un sistema di controllo del flusso di propellente (MMH)
  • La definizione, la validazione e la qualifica delle modifiche necessarie per la nuova sequenza di accensione
  • La modifica del banco di prova per arrivare a condizioni di volo piu’ simili alla realtá
  • Un programma di test per la qualifica di Aestus e la verifica dei motori di volo
  • Una nuova revisione delle procedure di ispezione e della qualitá della produzione
  • L’accettazione e l’utilizzo delle modifiche al motore Aestus per i lanci imminenti di Ariane 5

Rispettando questo piano d’azione, Arianespace prevede che il prossimo lancio di Ariane 5 avrá luogo alla fine di novembre, con un ritardo di circa 2 mesi rispetto al calendario iniziale.

I lanci di Arianespace continuano

Arianespace continua le attivitá di lancio nel suo centro spaziale nella Guyana francese, con la prossima missione, il Volo 143, che prevede la messa in orbita del satellite di comunicazione Intelsat 902 con il lanciatore Ariane 4. Il Volo 143 é previsto per la fine di agosto.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.