Primo Workshop europeo su Eso/Astrobiologia

Astrobiology Conference
Astrobiology Conference
21 Maggio 2001

Nei giorni dal 21 al 23 Maggio ESA/ESRIN ospiterá il Primo Workshop Europeo sulla Eso/Astrobiologia.

L’evento é stato organizzato dall’Agenzia Spaziale Europea in collaborazione con la European Exobiology Network, un’associazione di scienziati che opera in questo campo per rafforzare la leadership dell’Europa nel settore.

Quello che comincerá lunedí, sará il primo di una serie di Workshops sulla Eso/Astrobiologia visto il grandissimo e crescente interesse che questo settore ha suscitato negli ultimi anni all’interno della intera comunitá scientifica.

Scopo del Workshop ’e di analizzare le potenzialitá dell’Europa nel campo dell’Eso/Astrobiologia e soprattutto di vagliare nuove possibili strade per la cooperazione e per lo sviluppo di progetti in questo settore. Piú in particolare il Workshop si propone di rafforzare la rete Europea di Eso Astrobiologia, di incoraggiare i giovani scienziati a partecipare attivamente nella ricerca nel settore e infine di sviluppare una prospettiva per una ricerca esobiologica piú a lungo termine, specie per quel che concerne la missione verso Marte.

astrobiology
Astrobiology

L’organizzazione del Workshop prevede sei diverse sessioni nelle quali saranno affrontati molteplici temi tra cui, l’analisi delle attivitá finora condotte in Eso/Astrobiologia a livello nazionale ed internazionale, le condizioni iniziali che hanno permesso la nascita della vita sulla Terra, l’origine chimica della vita sulla Terra, l’adattamento della vita a condizioni estreme e le prospettive di vita oltre la Terra, con particolare enfasi sulla ricerca della vita nel sistema Solare.

L’Agenzia Spaziale Europea é da anni operativa nel settore e, nelle sue attivitá di Life Science, la ricerca esobiologica ha sempre avuto un certa rilevanza: in particolare all’inizio degli anni 80, l’ESA diede vita allo sviluppo dell’installazione ERA, Exobiology e Radiation Assembly, che qualche anno piú tardi voló a bordo della missione EURECA fornendo interessanti risultati sull’esposizione degli invertebrati, dei microrganismi e dei prodotti organici alle condizioni spaziali. Sulla scia dell’ERA e con l’intento di approfondire le conoscenze in materia, l’ESA ha sviluppato un’altra installazione, il BIOPAN, che ha volato e continua a volare sulla capsula russa FOTON. L’ultima costruzione dell’ESA, l’EXPOSE, proverá a riprodurre simili condizioni sperimentali per esposizioni a luga durata sulle locazioni esterne della Stazione Spaziale Internazionale.

Dal 1996 l’ESA ha invece affidato ad uno Science Team lo studio per la ricerca della vita sul Sistema Solare ed in particolare su Marte. Lo Science Team ha in proposito consigliato di sviluppare un package di esplorazione esobiologica da porre sulla superficie marziana, di perforare al di sotto della sterile superficie e di cercare tracce di vita estinta.

Dalla fine del 2000, infine, l’ESA ha avviato la preparazione dell’Iniziativa Esplorazione Planetaria nota come Aurora, che sará presentata sotto forma di programma nel novembre del 2001 al Consiglio dei Ministri.

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.