Telemedicina roadmap a ESRIN

Human Patient Simulator
Telemedicina
24 Giugno 2004

Si terrà a ESRIN, lo stabilimento italiano dell’ESA, il prossimo 5 luglio, il convegno “Telemedicine via Satellite: the ESA roadmap”, sulla telemedicina nella società informatizzata, che segue a circa un anno di distanza l’ultimo aggiornamento a livello europeo su questo tema.

Il primo progetto ESA di telemedicina risale al 1996, quando in collaborazione con ASI fu fornito un supporto alla missione italiana di pace a Sarajevo con l’invio di una stazione mobile di telemedicina, completa di attrezzature mediche e costantemente collegata via satellite con strutture ospedaliere italiane.

Da allora l’intersezione tra la necessità di assistenza ed educazione medica a distanza e le tecnologie spaziali di telecomunicazione satellitare ha facilitato e promosso lo sviluppo di numerosi progetti pilota che hanno fertilizzato il terreno dove nascera’ il futuro programma di telemedicina via satellite che l’ESA intende presentare ai suoi stati membri alla riunione ministeriale del 2005.

Allo stato attuale, l’uso delle tecnologie basate su satelliti per l’informazione e la comunicazione (ICT) nella telemedicina si sta attestando su un livello di sistematicità, essendo queste adottate in modo stabile e operativo, il che porta a un felice connubio sempre crescente di interazione con i cosiddetti sistemi di healthcare, ovvero di cure mediche, già esistenti.

La condizione essenziale perché questa interazione sia di successo risiede proprio nell’unione delle diverse specificità (telecomunicazione, sistemi satellitari, medici e strumentazione medica) verso un programma comune di telemedicina via satelliteIl simposio del 5 luglio, aperto da Giuseppe Viriglio, direttore ESA dei Programmi Industriali e Rapporti con l'Unione europea, vedrà la partecipazione dell’Organizzazione mondiale della Sanità, della Commissione europea e della Società europea di Telemedicina, e di vari esperti del settore.

Lo stabilimento italiano dell’ESA, ESRIN, ospite anche delle edizioni passate dei convegni ESA sulla telemedicina, ribadisce in questa occasione il suo ruolo specifico svolto all’interno dell’Agenzia Spaziale Europea nella progettazione e realizzazione di sistemi di telecomunicazioni e nel trattamento dei dati informatizzati a distanza.

Per ulteriori informazioni contattare:
Simonetta Cheli
Head of Public and Institutional Relations Office
Tel: +39 6 941 80 350

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.