L'uso dei dati satellitari per il salvataggio di vite umane

22 Gennaio 2009

Le operazioni di salvataggio di membri dell'equipaggio caduti in mare dalle loro imbarcazioni in condizioni di tempo difficili sono sempre complicate. Gestire l'imbarcazione e posizionarsi in modo tale da recuperare la persona caduta in mare non è sempre facile, soprattutto in situazioni di stress. Un sistema di recente ideazione utilizza i dati di navigazione satellitare per individuare il preciso posizionamento delle persone in difficoltà e, in ultima analisi, per salvare la loro vita.

Peter Hall e Christine Edwards della British Sci-Tech Systems hanno ideato un sistema chiamato "Person Overboard" (POB) che fornisce il posizionamento in tempo reale dei dispersi utilizzando il Global Navigation Satellite System (GNSS) e permette operazioni locali di soccorso molto più efficienti.

Maggiori possibilità di sopravvivenza con il soccorso del proprio equipaggio

Peter Hall explains POB at SYSTEMS trade fair

"La novità del nostro sistema consiste nel fatto che è in grado di informare la nave in tempo reale circa l'esatta posizione della persona in mare e non del solo del punto in cui è caduta. Ciò rende la localizzazione molto più rapida" spiega Peter Hall, Direttore Tecnico di Sci-Tech Systems.

"Esistono sistemi che registrano la posizione GPS del punto in cui la persona è caduta in mare. Tuttavia a velocità d'onda pari a 3 nodi, dopo i quindici minuti che potrebbero servire per girare l'imbarcazione e tornare indietro, il naufrago potrebbe trovarsi già ad una distanza di mezzo miglio".

Satellite helps locate person overboard

Il sistema POB è composto da un apparato a disposizione dell' equipaggio e da uno di bordo. Non appena la persona cade fuori bordo, l'apparato a disposizione dell'equipaggio inizia a trasmettere la sua posizione e l'apparato di bordo, a sua volta, riceve e trasmette il posizionamento all'apparecchiatura standard dell'imbarcazione.

L'esatto posizionamento dell'imbarcazione e del naufrago è molto importante poiché spesso il soccorso avviene in cattive condizioni metereologiche, magari di notte, con visibilità scarsa o nullea della persona in acqua. Inizialmente il sistema funzionerà servendosi dei segnali GPS la cui accuratezza, sarà migliorata dall'uso di quelli del sistema EGNOS. In futuro, invece, sfrutterà la maggiore precisione offerta dal sistema Galileo.

"Poter visualizzare il posizionamento di un membro dell'equipaggio caduto fuori bordo su un apparecchio che è costantemente operativo su un'imbarcazione è molto importante" ha affermato David Lewin, navigatore esperto e responsabile dell'area Business e Marketing presso la Sci-Tech System.

"Quando occorre fare la cosa giusta in condizioni di emergenza, sotto stress, è molto importante che l'equipaggio possa usare apparecchiature che conosce bene e con le quali ha piena familiarità".

Il sistema Person overboard ottiene due riconoscimenti internazionali

Peter Hall and Christine Edwards
Galileo Master winners Christine Edwards and Peter Hall of Sci-Tech

Il sistema POB ha ottenuto due premi nella European Satellite Navigation Competition: il premio Galileo Master su 300 progetti presentati, e il premio speciale dell'European Global Navigation Satellite System Supervisory Authority (GSA) come migliore applicazione che utilizza il sistema EGNOS.

Il sistema è destinato ai pescherecci commerciali, agli spedizionieri marittimi, all'esplorazione offshore (piattaforme petrolifere), alle imbarcazioni con passeggeri e alle imbarcazioni private.

Il Programma di Trasferimento di Tecnologie (TTPO) dell'ESA supporta l'European Satellite Navigation Competition

La European Satellite Navigation Competition (ESNC) è supportata dall'ESA attraverso il suo Ufficio di Programma di Trasferimento dI Tecnologie (TTPO).

Il principale compito del TTPO è la promozione dell'uso della tecnologia spaziale per applicazioni in ambiti differenti e la dimostrazione ai cittadini europei dei vantaggi del programma spaziale europeo. Il TTPO è responsabile della definizione dell'approccio e della strategia globale di trasferimento di tecnologie spaziali, inclusa l'incubazione di nuove società e del loro finanziamento. Per ulteriori informazioni:
ESA’s Technology Transfer Programme Office
European Space Agency ESA - ESTEC
Keplerlaan 1, 2200 AG, Noordwijk ZH
The Netherlands
Phone: +31 (0) 71 565 6208
Fax: +31 (0) 71 565 6635
Email: ttp @ esa.int
Website: http://www.esa.int/ttp

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.