Oggi la politica spaziale europea diventa realtà

ESA Director General at the 4th Space Council in 2007
22 Maggio 2007

ESA PR 21-2007. Un'Europa più forte nello spazio, più attrezzata e coordinata per affrontare le future necessità dei suoi cittadini. Un ambito strategico più ampio per rispondere a nuove sfide, comprese quelle relative ai programmi spaziali per la sicurezza la difesa, che interpreta lo spazio come una dimensione in più delle relazioni esterne della UE: tutto questo nel quadro di una nuova politica concepita per servire al meglio gli interessi e i valori dell'Europa.

I ministri responsabili delle attività spaziali negli Stati Membri dell'Agenzia Spaziale Europea, e tutti i responsabili del mercato interno, dell'industria e della ricerca del Consiglio Competitività dell'Unione Europea, si sono incontrati oggi a Bruxelles per adottare una risoluzione sulla Politica Spaziale Europea (ESP).

Preparata congiuntamente dalla Commissione Europea e dal Direttore Generale dell'Agenzia Spaziale Europea, la Politica Spaziale Europea delinea le linee guida strategiche delle future attività nello spazio dell'Europa. Tramite questo documento, l'Unione Europea, l'ESA e i loro Stati Membri si impegnano ad aumentare il coordinamento delle proprie attività e programmi e ad organizzare i propri rispettivi ruoli per quanto riguarda lo spazio.

GMES
GMES

La Politica Spaziale Europea include gli elementi preliminari di un Programma Spaziale Europeo, che è uno strumento di pianificazione e strategia che comprende tutte le principali attività spaziali d'Europa. Il Programma promuove l'ottimizzazione delle risorse pubbliche e delle specifiche competenze durante i processi di decisione e implementazione della Politica Spaziale.

La Politica Spaziale Europea mira a incrementare il coordinamento delle attività spaziali tra UE, ESA e i loro rispettivi Stati Membri, per massimizzarne il valore ed evitare duplicazioni non sostenibili, con l'obiettivo finale di rispondere con efficacia alle esigenze europee condivise. L'ESP risponde anche all'esigenza di una maggiore sinergia tra le tecnologie e i programmi spaziali per usi civili e di difesa.

Space Council
Space Council participants, May 2007

La nuova politica richiede di assicurare finanziamenti sostenibili per le applicazioni spaziali, in particolare all'iniziativa di primo piano GMES (Monitoraggio Globale per l'Ambiente e la Sicurezza). Inoltre, riconosce che lo spazio è un settore a elevato valore aggiunto, un fattore di guida per la crescita, l'innovazione e l'occupazione, oltre a fornire preziose opportunità all'industria europea.

Infine, la Politica Spaziale Europea fingerà da supporto per le relazioni esterne della UE, al punto che UE, ESA e Stati Membri metteranno a punto un meccanismo di coordinamento per sviluppare una strategia congiunta in merito alle relazioni internazionali collegate alle attività spaziali.

Per ulteriori informazioni:

Franco Bonacina
Spokesman for the ESA Director General and Head of the Media Relations Office
ESA Communication Department
+ 33 (0)1 53 69 72 99
Franco.Bonacina1@esa.int
Queries: media@esa.int

Articolo completo all'indirizzo:
http://www.esa.int/esaCP/SEM4UU8RR1F_index_0.html

Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.