ESAEducationHomeTempo e climaCambiamento globaleCatastrofi naturali
   
Eduspace
Che cosa è Eduspace?Quali strumenti offre?
Selezionare lingua
Il telerilevamento
Cos’è il telerilevamento?Il telerilevamento approfonditoStoria dell’osservazione della TerraCartografia e dati dal satelliteOrbite satellitariSatelliti per l'osservazione della Terra
Risorse
Multimedia
Earth images galleryImage GalleryVideo Gallery
Services
Contact usRicerca in Eduspace
 
 
 
 
 
printer friendly page
Le piattaforme
 
Per quanto sofisticati siano gli strumenti utilizzati per il telerilevamento, senza un mezzo idoneo a sorvolare la Terra non è possibile acquisire una panoramica ragionevole dall’alto. È per questo che il telerilevamento è una scienza relativamente nuova. Prima dell’invenzione dei palloni aerostatici e degli aerei non era possibile acquisire fotografie verticali sistematiche o immagini della superficie della Terra.  
 
West London aerial photograph
Fotografia aerea: Londra occidentale
Aerei
 
Attualmente il modo più semplice di 'riprendere' la Terra a distanza é l' aereo. Per poter scattare fotografie, gli aerei sono equipaggiati con macchine fotografiche. Caratteristico degli aerei (dal punto di vista del telerilevamento) è il fatto di volare ad una quota relativamente bassa (solo alcuni chilometri sulla superficie terrestre) e quindi poter scattare solo fotografie di aree limitate, anche se tali fotografie consentono di riconoscere molti dettagli (es. automobili, persone, alberi, ecc).

Perché tali aerei possano effettuare i voli di rilevamento, le condizioni meteorologiche devono essere sufficientemente buone da garantire la possibilità di acquisire molte fotografie; quindi le fotografie scattate dagli apparecchi a bordo di tali aerei sono spesso abbastanza nitide (ossia in assenza di nubi). D’altra parte gli aerei non possono volare sempre (ad es. di notte o quando piove o c’è foschia, anche se spesso è proprio in circostanze come questa che servono le immagini).

Sopra: un esempio di fotografia aerea. Riuscite a vedere tutti i dettagli nella fotografia (per es. le macchine, il traffico stradale, le finestre degli edifici, i bus londinesi, ecc.)?

 
 
Launch of Ariane 5 flight 112
Lancio di Ariane 5 Flight 112
Satelliti
 
Nel 1957 un evento importante segnò l’inizio di una nuova era nell’osservazione della Terra. Quell’anno l’Unione Sovietica lanciò il primo satellite (Sputnik) della storia.
 
 
Ma cos’è un satellite? Avete qualche idea? Conoscete qualche nome di satellite?

Un satellite è un corpo celeste orbitante intorno ad un pianeta o un corpo celeste che si muove attorno ad un pianeta. Un satellite che tutti conosciamo è la Luna.

In generale, si dice che la Luna è un 'satellite naturale' perché non è costruito dall’uomo. Per contro, i 'satelliti artificiali' sono oggetti costruiti dall’uomo in orbita attorno ai pianeti.

Quindi, nel telerilevamento, quando gli scienziati parlano di satelliti, che tipo di satelliti intendono (artificiali o naturali)? Perché?

Risposta 1 sotto.

Nota : Da questo momento in poi, quando si usa il termine satellite, sarà inteso nel senso comunemente utilizzato dagli scienziati che si occupano di telerilevamento, ossia un satellite artificiale.

Un satellite non può “volare” e non è in grado di lasciare da solo la superficie della Terra. Esso deve essere trasportato da un razzo (vedere l’immagine a sinistra).

Un esempio di razzo è l’Ariane, il vettore europeo per il lancio di satelliti.

I satelliti non volano, essi seguono un’orbita L’orbita è il percorso seguito da un corpo celeste attorno a un altro corpo celeste più grande. Solitamente l’orbita ha una forma quasi circolare.

Esempi di orbite sono quelle della Terra attorno al Sole e della Luna attorno alla Terra.

Oggi i satelliti sono le principali piattaforme utilizzate nel telerilevamento; sono in grado di trasportare una vasta gamma di sensori, alcuni per studiare le condizioni meteorologiche, altri per studiare i paesaggi o i disastri naturali, altri per studiare la vegetazione, altri ancora sono persino in grado di “vedere” attraverso le nubi o di acquisire immagini durante la notte. Rispetto agli aerei, una volta lanciato e dopo che ha raggiunto la sua orbita, un satellite è sempre a disposizione quindi non c’è bisogno di progettare un volo per acquisire immagini. Un altro grande vantaggio dei satelliti sta nel fatto che sono in grado di acquisire immagini di vaste aree (visione sinottica).
 
 
Polluted sea near Spanish coast
ERS-1 immagine del mare inquinato
Per esempio, sarebbe un’impresa per un aereo compiere una ricognizione sull’intera superficie di un oceano per individuare potenziali perdite di petrolio lasciate da una nave. Con un satellite, il compito è molto più semplice. Il sensore a bordo di un satellite cattura regolarmente immagini dell’oceano ed è sufficiente che un responsabile a terra ne controlli le immagini per determinare se l’oceano è inquinato o no.

L’immagine satellitare qui a fianco mostra, in nero, un mare molto inquinato. Quest’immagine è stata acquisita dal satellite ERS-1 nel dicembre 1992, dieci giorni dopo che la petroliera greca Aegean Sea finì arenata sulla costa spagnola. In quel momento l’aereo addetto al monitoraggio osservò solo l’inquinamento vicino alla costa, ma l’immagine dal satellite rivelò che l’entità dell’inquinamento era molto maggiore.

Riuscite a pensare ad un altro esempio in cui sarebbe preferibile avvalersi di un satellite, anziché di un aereo, per osservare fenomeni che si verificano sulla Terra? Perché?

Risposta 2 sotto.

In ogni caso i satelliti hanno i propri limiti. Ovviamente quando un satellite è sull’Australia, non può catturare un’immagine dell’Europa. Se serve un’immagine dell’Europa, ci sono due soluzioni: o si aspetta che il satellite sorvoli l’Europa (ma possono passare alcuni giorni) o si usa un altro satellite. È questa una delle ragioni per cui servono così tanti satelliti per avere una copertura più o meno completa della superficie del pianeta.
 
 
Risposta 1: Artificiali, perché sono 'oggetti costruiti dall’uomo' progettati per osservare la Terra mentre sono in orbita attorno al nostro pianeta

Risposta 2 : il monitoraggio degli incendi delle foreste (sarebbe pericoloso utilizzare un aereo), e dei cicloni tropicali.
 
 

 


Elementi di telerilevamento
Oggetto da osservareI sensoriLe informazioni contenute in un’immagine
 
 
 
   Copyright 2000 - 2014 © European Space Agency. All rights reserved.